Lavorare meno, fare di più: La settimana di 4 giorni lavorativi in Nuova Zelanda è stata un successo assoluto

Una società che si occupa di pianificazione patrimoniale, la Perpetual Guardian, ha pensato di fare un esperimento dando la possibilità ai suoi 250 dipendenti di lavorare solo quattro giorni a settimana. Questo esperimento è durato sei settimane, tra l’inizio di marzo fino alla metà aprile, ed è stato un successo.

I risultati sono stati sorprendenti, il 78% dei dipendenti ha ritenuto di essere stato in grado di gestire al meglio il proprio equilibrio tra vita privata e lavorativa. I dipendenti della società che si occupa di testamenti e pianificazione patrimoniale, hanno lavorato solo 4 giorni a settimana, ciascuno di otto ore, ma sono stati pagati per una settimana lavorativa di 5 giorni.

In questo modo, i lavoratori hanno affermato di essersi sentiti meno distratti, più concentrati, di aver utilizzato meno i social network e di aver pensato poco ai problemi esterni. Il fondatore dell’azienda, Andrew Barnes, ha avuto questa brillante idea nel tentativo di rendere i suoi dipendenti più soddisfatti, più impegnati, più produttivi e stimolati e, secondo i risultati, ci è riuscito in pieno.

Jarrod Haar, professore di gestione delle risorse umane presso la University of Technology di Auckland, ha riscontrato un aumento della soddisfazione lavorativa e della vita in generale, affermando che i dipendenti che lavorano meno ottengono di più, sia al lavoro che nella vita privata.

L’equilibrio tra lavoro e vita privata, che riflette il modo in cui gli intervistati ritenevano di poter gestire con successo i loro ruoli lavorativi e non lavorativi, è aumentato del 24%. A novembre dello scorso anno, poco più della metà (54%) del personale riteneva di poter bilanciare efficacemente il proprio lavoro e gli impegni a casa, mentre dopo l’esperimento, questo numero è balzato al 78%.

I livelli di stress del personale sono diminuiti del 7% mentre la stimolazione, l’impegno e il processo di crescita sul lavoro sono migliorati del 5%.

Helen Delaney, docente presso la University of Auckland Business School, ha dichiarato che la motivazione e l’impegno al lavoro dei dipendenti, sono aumentati perché sono stati protagonisti nella pianificazione dell’esperimento.

“I dipendenti hanno progettato una serie di innovazioni e iniziative per lavorare in modo più produttivo ed efficiente, dall’automazione dei processi manuali, alla riduzione o all’eliminazione dell’utilizzo di internet non relativo al lavoro”, ha affermato il docente.

naruedom / 123RF Archivio Fotografico

Andrew Barnes ha fatto sapere che avrebbe portato i risultati dell’esperimento al consiglio di amministrazione, per aprire una discussione su come una settimana lavorativa di quattro giorni potrebbe essere implementata a lungo termine nella sua azienda.

Cosa ne pensi di questo esperimento? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

50K Condivisioni

Cosa ne pensi?


I contenuti di questo sito sono protetti e monitorati da: DMCA.com Protection Status è vietata la copia, la riproduzione senza consenso, l'alterazione e prelevare qualsiasi contenuto del presente sito web.
<
>