Disperato e con una figlia affamata, vendeva biro finché uno sconosciuto non scattò una foto a sua figlia e scoprì questo

Un uomo lavorava come responsabile in una fabbrica di cioccolato, riusciva a guadagnare sufficientemente per mantenere sé stesso e per soddisfare tutte le necessità della sua bimba, includendo a volte anche qualche piccolo sfizio per lei. A quale genitore non piace accontentare i propri figli? Inoltre, per lui era tutta la sua famiglia, non aveva più nessun altro a parte la piccola.

Vivevano molto bene in Libano, ma sfortunatamente a causa della guerra dovettero fuggire e rifugiarsi a Yarmouk, lasciandosi tutta la loro vita alle spalle. Senza nemmeno un soldo in tasca, l’uomo cominciò a vendere biro ai passanti per poter comprare da mangiare a sua figlia.

Da un secondo all’altro la vita ci può sorprendere, ci colpisce talmente forte solo perché possiamo dimostrare a noi stessi quanto valiamo. Quest’uomo dall’essere il responsabile di una fabbrica che guadagnava molto bene, si è ritrovato a vendere biro per strada con la sua piccola bimba in braccio. Non avevano un tetto dove ripararsi e nemmeno un letto comodo per dormire e, purtroppo, anche il cibo non era sempre assicurato. Però, così come la vita inaspettatamente ci toglie, a volte può anche stupirci con delle sorprese meravigliose, quasi come fossero una ricompensa per tutto il dolore che abbiamo sopportato.

Un giorno in cui l’uomo si trovava per la strada cercando di vendere le biro, lo vide un noto attivista norvegese di nome Gissur Simonarson. Rimase talmente commosso da questo venditore di biro che si aggirava per le strade con la sua bimba in braccio che decise di immortalarli in una foto. Il suo scopo era quello di condividere l’immagine attraverso la rete sociale, di modo che tutti potessero rendersi conto di quello che ogni giorno accade nel mondo, della triste situazione dei rifugiati ai quali, in un attimo, la vita è cambiata completamente. Per la fotografia fu scelto il nome di “Venditore anonimo” e non c’è bisogno di dire che ricevette moltissimi commenti e condivisioni.

L’intenzione di Gissur ebbe un enorme successo, tanto da riuscire ad attivare una campagna di aiuto per l’uomo e per la sua bambina, così da permettergli di riprendere in mano la propria vita. La generosità delle persone fu talmente grande che si arrivarono a raccogliere quasi 100 mila dollari. L’intera somma fu donata al venditore ed a sua figlia.

Grazie a tutte queste brave persone, l’uomo e la bimba hanno potuto iniziare una nuova vita.

Con i soldi ricevuti ha deciso di aiutare altre persone in difficoltà, dopodiché è riuscito ad aprire alcuni ristoranti, nei quali ha dato lavoro a diversi rifugiati e dove vengono raccolte donazioni per i meno fortunati.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA