12 monumenti storici che nascondono un grande segreto che non tutti conoscono

La storia dell’umanità è tanto vasta che, tuttavia, esistono innumerevoli misteri che hanno affascinato i ricercatori di tutto il mondo per decenni, o addirittura per secoli. Le differenti culture che hanno abitato la Terra sono riuscite a svilupparsi a tal punto da lasciarci un’eredità complessa ed incommensurabile.

L’origine e l’utilizzo di un gran numero di edifici e monumenti costruiti nell’antichità risultano tutt’oggi sconosciuti, anche se sono differenti le teorie che si sono sviluppate intorno a questi misteri.

Stonehenge in Inghilterra

La ragione ed il modo in cui è stato costruito sono ancora sconosciuti. Alcune teorie suggeriscono che fu usato come tempio religioso, monumento funebre, o osservatorio astronomico che serviva per prevedere le stagioni.

Baalbek in Libano

Ancora oggi ci si domanda come abbiano fatto a trasportare pietre che potevano pesare fino a 1000 tonnellate. Per fare un paragone, la pietra più grande che compone la piramide di Cheope pesa all’incirca 90 tonnellate. Si crede che questa potesse essere la base della Torre di Babele.

Newgrange in Irlanda

Si tratta di una costruzione che ha all’incirca 500 anni in più della piramide di Cheope e più di 1000 rispetto a Stonehenge. La sua scoperta avvenne solamente nel XVII secolo.

Dolmen del Caucaso in Russia

Costruite all’incirca 5000 anni fa, le case dell’antica cultura erano fatte di pietre grandi e pesanti. Furono talmente ben costruite che la loro precisione di posizionamento rende, ancora oggi, impossibile far passare la lama di un coltello attraverso le sue fessure.

Tikal in Guatemala

Situata nella remota selva guatemalteca, si tratta di una roccaforte composta da molteplici strutture, laghi artificiali e persino campi sportivi. Si presume che la piramide venisse utilizzata per la celebrazione di cerimonie religiose ed altri importanti incontri. Il fatto che anche il più piccolo sussurro possa generare un eco impressionante ha fatto si che fosse conosciuta come “La città delle voci”.

I Labirinti di pietre dell’isola Bolshoi Zayatsky in Russia

L’intera isola è piena di complessi labirinti dove l’ingresso e l’uscita sono gli stessi, la ragione della loro esistenza è sconosciuta. Si crede che possa trattarsi di una trappola per la caccia o di luoghi utilizzati per fini spirituali.

Petra in Giordania

Si tratta di un famosissimo sito archeologico e capitale dell’antico regno dei Nabatei. Fu fondata verso la fine dell’VIII secolo a.C. e fu scavata e costruita completamente nella pietra. Abbandonata fin dal VI secolo, venne ritrovata nel 1812 da un esploratore di nome Lean Louis Burckhardt.

Sfere di pietra in Costa Rica

Al principio si pensava che contenessero dei grandi tesori e per questo molte vennero danneggiate. Dopodiché, con il fine di attirare i turisti, tantissime sfere vennero trasferite dal loro luogo originale, questo è uno dei motivi per i quali ancora oggi non è possibile sapere con certezza in quale epoca furono create. Esistono varie teorie riguardanti il loro significato e la loro provenienza, ma di fatto nessuna di queste è certa.

Esercito di terracotta in Cina

Costruite ben 2200 anni fa, le 800 statue rappresentano cavalli e soldati e sono tutte diverse l’una dall’altra. Furono create per proteggere la tomba del primo imperatore della Cina, Qin Shi Huang. Attualmente gli scavi sono fermi, in quanto si sta cercando di studiare un metodo per cui le statue non cambino colore. Inoltre, si crede che nel terreno sottostante scorra un fiume che contiene grandi quantità di mercurio.

Angkor Wat in Cambogia

Si tratta del più grande monumento religioso mai costruito, i lavori durarono all’incirca 40 anni ed originariamente venne concepito come tempio indù, dopodiché venne proclamato buddista.

Grande Moschea di Djenné

Si tratta del più grande edificio al mondo costruito in terra cruda o adobe, è adibito a moschea e può ospitare fino a 1000 persone. Per via del materiale molto fragile che tende a sgretolarsi con facilità a causa dei fenomeni atmosferici, prima di ogni festività, ogni abitante di Djenné si occupa della sua manutenzione che consiste nello stendere un nuovo strato di materiale di rivestimento.

Statue dell’isola di Pasqua

Queste sculture si chiamano Moai ed ognuna di loro è stata ricavata da un unico blocco di tufo vulcanico. Il loro significato, ancora oggi, non è del tutto chiaro, si pensa che siano stati costruiti dagli abitanti dell’isola intorno al 1000 d.C., i discendenti maori credono che i monoliti augurali possano portare il benessere e la prosperità nel luogo in cui è diretto il loro sguardo.

Grande Sfinge di Giza

Si stima che sia stata costruita attorno al 2500 a.C., il materiale è pietra calcarea, è alta circa 20 metri e rappresenta una sfinge sdraiata, ovvero una figura mitologica con la testa da uomo ed il corpo di un leone. Sulla sfinge esistono diversi misteri, uno dei quali parla dei passaggi segreti che si trovano al suo interno. Ad oggi ne è stato scoperto solamente uno che ha accesso dalla testa, ma è senza via d’uscita.

Potrebbe interessarti:
Back to top button