Una fabbrica di succhi ha buttato migliaia di bucce d’arancia in una zona disboscata. Così appare dopo 16 anni

Da qualche anno, in Costa Rica, alcuni ambientalisti hanno avuto l’idea di combattere a favore dell’ambiente diminuendo gli sprechi di un’azienda dedicata alla produzione di succhi di frutta, tuttavia, non potevano immaginare che questa idea potesse avere così tanto successo; un risultato eccezionale, che potrebbe addirittura cambiare il mondo.

Daniel Janzen e Winnie Hallwachs sono i nomi degli ambientalisti che hanno avuto questa meravigliosa idea. I due non avevano bisogno di altro che degli scarti di un’azienda nella quale venivano prodotti succhi di arancia e di un piccolo terreno dove poterli buttare.

L’azienda accettò e cominciarono a depositare gli scarti nel terreno indicato. Il progetto ebbe inizio nel 1997 e l’area venne pulita e deforestata per essere totalmente idonea. Alcuni anni dopo, vennero depositati un totale di 12 mila tonnellate di scarti di arance.

Il terreno, colmo di rifiuti organici, venne abbandonato per diversi anni. Per poter ritrovare l’ubicazione del campo dovettero lasciare un cartello con scritte di colore giallo che riportavano tutte le indicazioni.

Quando decisero di tornare, fu quasi impossibile ritrovare il cartello, in quanto il panorama era quasi completamente cambiato in confronto a 16 anni prima.

Dovettero cercare per diverse ore prima di rendersi conto che stavano proprio camminando sul terreno che cercavano.

Il confronto era paragonabile al giorno ed alla notte; ciò che una volta era un luogo pieno di scarti di arance, ora era diventato un posto incredibile con una vegetazione straordinaria.

La differenza tra questo terreno e quello a fianco, in cui erano stati lasciati altri tipi di rifiuti organici, stava nel tipo di vegetazione. Nel terreno dove erano stati scaricati solo resti di arance c’era una vegetazione molto varia, mentre in quelli vicini era presente solo una specie di alberi.

La vegetazione in questo luogo era veramente incredibile, si poteva osservare un terreno molto più sano e alberi enormi e forti, inoltre questi ultimi erano di diverse specie. Tutto questo è stato reso possibile da quegli scarti che tutti pensavano essere inutili. Di fatto però 10 anni dopo i risultati furono incredibili” disse Janzen.

Questo tipo di bosco è riuscito a sorprendere tutti, in quanto era in grado di assorbire molto più CO2 rispetto ad un bosco normale. Senza volerlo, scoprirono che si era rivelato un modo efficacie per risolvere il problema del surriscaldamento globale.

In generale, gli scarti delle arance vengono buttati nella maggior parte dei paesi nelle normali discariche. Di fatto, se ognuno dovesse seguire l’esempio della Costa Rica, potremmo aiutare il nostro mondo in una maniera più significativa.

Utilizzare in modo corretto gli scarti della frutta potrebbe essere una grande iniziativa per salvare la Terra.

Condividi questa importante informazione con i tuoi amici e non dimenticare di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA