Per favore, smettila di guardare tanto il tuo cellulare. Stai danneggiando tuo figlio

Papà e mamme di oggi:

Il tuo amore per il tuo cellulare sta danneggiando i tuoi figli.
Credi che sia sufficiente essere presente fisicamente con i tuoi figli? Ciò di cui hanno bisogno è la tua attenzione, non vederti completamente immerso in questo apparecchio.
Sappiamo che non è possibile smettere di controllare le email, scrivere ai propri amici o alla famiglia, controllare Facebook e persino giocare.
Ma c’è dell’altro, sappiamo anche che può risultare terapeutico, un modo necessario per scappare qualche minuto dalla realtà.

Designed by Freepik

Bisogna sapersi controllare

Secondo una recente ricerca, controllare costantemente il telefono quando si è con i propri figli può portare delle conseguenze negative nel loro comportamento.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Child Development, si è analizzato il comportamento di 170 famiglie ed è stato verificato in modo più approfondito se i genitori avessero l’abitudine di interrompere le cene o i pasti in famiglia, i momenti di gioco, o la convivenza con i propri figli per utilizzare telefoni, computer o altre tecnologie.

Si è riscontrato che i bambini che sono iperattivi, fanno capricci costanti, mostrano aggressività e poca tolleranza alla frustrazione, vengono associati a genitori che interrompono frequentemente i momenti in famiglia per stare sul telefono o sul tablet.

Questo atteggiamento è negativo sia che si tratti della mamma o del papà.

Riflettiamo bene sui nostri atteggiamenti e sulle nostre abitudini e se i nostri figli si comportano male, potrebbe essere solamente un modo per richiamare la nostra attenzione.

Mamme e papà, cerchiamo di trasmettere ai nostri figli la certezza che sono molto più importanti di qualsiasi email, chat o social network.

È ora di posare i nostri cellulari per un po’ e di prestargli la nostra completa attenzione.

Condividi questo importante messaggio con altri genitori di modo che possano capire quali problemi si nascondano dietro a questa cattiva abitudine. Lasciaci un commento e non dimenticare di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Back to top button