Una bimba saluta tutti i giorni i macchinisti del treno, tre anni dopo loro vedono un cartello alla stessa finestra

Le persone tendono sempre a pensare che quando hanno qualcosa, lo sarà per sempre.

A Tulsa, una cittadina dell’Oklaoma negli Stati Uniti, ogni giorno i macchinisti del treno salutavano una piccola bimba che si affacciava sempre alla finestra della propria casa, la quale si trovava proprio di fronte alla ferrovia.

Tre anni dopo i due notarono qualcosa di strano, la piccola non era andata come sua abitudine alla finestra per salutarli. Questo li sorprese davvero molto, però qualcosa che li sorprese ancora di più era stato il cartello che avevano visto proprio dietro quella stessa finestra.

Brian Hefley Shepard è il padre della bambina, il quale ha condiviso la storia sul proprio profilo di Facebook scrivendo:

“Da alcuni anni, la mia famiglia ed io ci siamo trasferiti in questa casa che si trova ubitaca proprio di fronte alle rotaie del treno, questo significa che siamo in prima fila per vedere i treni passare. La mia bambina più piccola di nome Rio si affacciava sempre alla finestra per salutare i macchinisti del treno e, con il passare del tempo, questa è diventata una vera e propria abitudine. Ogni volta che quel treno passava, i macchinisti facevano fischiare il treno di modo che Rio corresse alla finestra per salutarli con un grande sorriso, come se si conoscessero da molto tempo. Questo gesto da parte di mia figlia mi faceva sentire molto orgoglioso, perché la sua innocenza ed il suo carisma riuscivano a rallegrare parte della mattinata di quegli uomini che la salutavano sempre e la facevano felice con il fischio del treno.

Però la piccolina è cresciuta e da alcune settimane ha cominciato ad andare a scuola.

La scuola ha portato dei grandi cambiamenti nella vita di Rio ed i primi giorni sono stati molto duri. Il treno passava e lei non c’era per salutare i macchinisti, nonostante loro facessero fischiare il treno lei non arrivava; l’unica persona che guardava il treno passare ero io con una grande tristezza nel cuore per non vederla più lì, il fatto di sapere che sta crescendo tanto rapidamente mi fa provare nostalgia. Dopo alcuni giorni ho pensato di scrivere su un cartello: “Lei ha cominciato la scuola”, così quando ho sentito il fischio del treno sono corso alla finestra per mostrarlo ai macchinisti, di modo che potessero capire il motivo per cui la bimba non andasse più a salutarli.

Questa mattina hanno bussato alla mia porta due uomini che indossavano dei giubbotti arancioni con strisce gialle e portavano al collo delle cuffie antirumore, ho pensato che lavorassero nelle costruzioni visto che qui la maggior parte della gente si dedica a questa attività. Ma a quanto pare mi sbagliavo, gli uomini erano venuti per chiedere della piccola con i capelli biondi che salutava i treni dalla finestra. Si trattava dei due macchinisti che facevano sempre fischiare il treno, volevano sapere cosa fosse successo a Rio; avevano visto il cartello ma non erano riusciti a leggerlo, pensavano che la bambina avesse cominciato la scuola, però volevano esserne sicuri. Mi hanno raccontato che per tre anni Rio gli ha rallegrato ogni mattina e le sono molto grati, per questo si sono preoccupati quando non l’hanno più vista alla finestra.

Ai due uomini manca molto la piccola e vogliono fare qualcosa per lei, così gli ho detto che a breve sarà il suo compleanno e loro mi hanno detto che le manderanno un regalo speciale.

È sorprendente come una bambina così piccola sia riuscita a forgiare una preziosa amicizia con degli sconosciuti, questo è stato grazie ad un semplice gesto che è stato ripetuto per anni, è un qualcosa che mi rende orgoglioso e mi riempie di amore. Il gesto di questi uomini è stato davvero significativo per me, non lo dimenticherò mai perché mi ha fatto ritornare la fiducia nell’umanità”.

Questa storia ci insegna che qualcosa di molto insignificante agli occhi di qualcuno, può essere molto prezioso per qualcun’altro. La cosa meravigliosa è riuscire ad apprezzare le piccole cose che ci regala la vita, proprio come in questo caso dove un semplice gesto ha fatto nascere una stupenda amicizia.

Il fatto che i due uomini si siano preoccupati della piccola Rio è davvero meraviglioso, non credi anche tu? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questa bella storia con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

42K Condivisioni

Cosa ne pensi?


<
>