Sono i tre gemelli più rari al mondo. Guarda come stanno oggi dopo lo storico intervento

Ci sono patologie rare di cui si ha poca traccia nel genere umano, al punto che gli stessi medici pensano di averne conoscenza solo attraverso i testi di medicina.

Quasi come se si trattasse di pura e semplice teoria. Purtroppo, però, capita che a volte non sia così e quando la statistica fa scivolare nel dramma una famiglia bisogna fare i conti con la tristezza dei momenti. Un grande medico deve avere la capacità di trasformarla in speranza prima ed in gioia dopo.

Youtube

E si è trattato di un’impresa riuscita all’equipe di medici di New York  che ha restituito il sorriso ad una famiglia che lo aveva perso non appena aveva scoperto che i suoi tre gemelli appena nati, Hunter, Jackson e Kayden, avevano avuto la sfortuna di incorrere in una patologia la cui incidenza sulla popolazione è stimabile in un caso su 2.500.

Youtube

Un dato che diventa ancor più raro se lo si fraziona ulteriormente per un caso su cinquecento milioni che riguarda, invece, la nascita di tre gemelli.

Numeri che suonano come una beffa per una coppia di genitori che aspirava soltanto a godersi il privilegio di vedere venire alla luce i propri frutti, arrivati in maniera naturale e non in maniera indotta da qualsiasi tipologia di pratica fertilizzante come spesso accade per i parti plurigemellari.

Youtube

L’anomalia è stata chiara ai dottori fin dalla prima visione dei piccoli: erano identici persino nei problemi dato che risultava in ognuno di loro un cranio più largo del normale ed una fronte appuntita. La testa appariva quasi come un triangolo.

La patologia congenita riscontrata prende il nome di craniosinostosi o craniostenosi e si caratterizza per un’errata o prematura saldatura delle suture craniche. Solo occasionalmente può essere riscontrata ecograficamente nel periodo
pre-natale.

Youtube

Il dottor Chester che si è occupato delle vicenda ha da subito messo i genitori davanti alla verità: se non si fosse intervenuti subito, con tutti i rischi che ne sarebbero potuti derivare, la prospettiva che le conseguenze in futuro potessero essere gravi sarebbe stata assai concreta.

Youtube

Dopo sole undici settimane di vita tutti e tre i gemelli sono stati sottoposti ad un delicato intervento che ha dato ovviamente molta ansia ai genitori dei piccoli.

L’intevento chirurgico ha portato all’asportazione di una piccola striscia di tessuto osseo dalla zona interessata.

Come autentici guerrieri i piccoli hanno reagisto alla dura prova a cui la vita li ha sottoposti così presto e dopo soli due giorni dall’operazione sono tornati a casa.

Per fortuna che la scienza e la medicina continuano a fare dei passi da gigante. Speriamo che questi tre piccoli e forti gemellini possano avere una vita lunga e felice.

Cosa ne pensi della loro storia? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button