Il giudice si stanca delle scuse di chi maltratta gli animali, così fa provare loro la sua medicina

Per chi ama gli animali, è terribile anche solo immaginare che possano esistere delle persone che siano capaci di maltrattare ed abbandonare delle povere creature indifese. Ma, disgraziatamente, si tratta della quotidianità di migliaia di animali innocenti.

E, come se non bastasse, a quei mostri che non rispettano gli animali raramente viene inflitta una giusta condanna.

Meno male però che esiste un giudice che ha a cuore il bene degli animali, il suo nome è Michael Cicconetti ed ha deciso di fare tutto ciò che è in suo potere per difendere i più deboli.

ksupida / 123RF Archivio Fotografico

Michael ha avuto il suo primo cane quando era ancora un bambino. Si trattava di un bassotto di nome Herman e fu il suo migliore amico durante tutta la propria infanzia; ora, invece, il suo amico a quattro zampe è Kasey, un Bovaro del bernese di 10 anni.

Ma, di fatto, l’amore del giudice per i cani non si ferma solo a casa. Gli animali sono la sua passione e questo si può notare anche quando svolge il proprio lavoro in tribunale.

Geplaatst door Judge Mike Cicconetti op zondag 31 december 2017

Ovviamente, il giudice deve seguire le regole e le leggi e, per questo, non può imporre la prima punizione che gli viene in mente. Però, è riuscito ad escogitare un metodo molto intelligente per far sì che chi maltratta gli animali possa provare la sua medicina.

Michael dice quanto segue:

“Questa pena non deve mettere in pericolo l’incolumità di nessuno,
però questo non significa che loro non debbano sentirsi a disagio o in imbarazzo”.

Come per esempio questa donna:

Lei ha dovuto presentarsi di fronte al giudice Cicconetti dal momento che il suo cane ha vissuto per diverso tempo in un terribile stato d’abbandono ed in mezzo alla sporcizia. Il giudice ha pensato che anche lei avrebbe dovuto provare la stessa cosa ed ha sentenziato che la donna avrebbe dovuto rimanere per una giornata intera all’interno della discarica locale. Chiaramente, la donna non era molto contenta della condanna, ma Michael sapeva benissimo cosa dirle:

“Voglio che tu vada in discarica e che trovi il posto più maleodorante che c’è. Voglio che ti siedi lì per otto ore e che pensi a ciò che hai fatto al tuo cane mentre senti questo odore. E se ti viene da vomitare, vomita”.

In un altro caso in cui una donna ha abbandonato 35 gattini nel bosco, oltre a dover scontare una condanna in prigione ed a pagare una multa, il giudice l’ha obbligata a trascorrere un’intera notte da sola nel bosco al freddo.

“Ti piacerebbe essere scaricata in un parco della metropolitana a tarda notte, rimanendo per tutto il tempo ad ascoltare i coyote… ascoltando i procioni intorno a te nella notte buia e stare lì fuori al freddo senza sapere dove andare per ottenere il tuo prossimo pasto, non sapendo quando verrai salvata?”

Michael spera che le sue punizioni possano aiutare a creare una coscienza sul maltrattamento e l’abbandono degli animali.

Lui vuole che tutte le persone sappiano che è illegale maltrattare gli animali.

Geplaatst door Judge Mike Cicconetti op zondag 30 augustus 2015

Questo creativo giudice, amante degli animali, non ha iniziato fin da subito ad infliggere queste sorprendenti punizioni. Ha cominciato ad applicarle quando si è reso conto che molte persone che erano già passate di fronte a lui erano recidive.

Siccome le sanzioni applicate sembravano non avere alcun effetto, si è visto obbligato a trovare un altro modo di agire per poter risolvere il problema una volta per tutte.

Cosa ne pensi di queste punizioni? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere la storia del giudice che ama gli animali con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosandi si impara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *