Dichiarano le api come gli esseri viventi più importanti del pianeta: ma stanno scomparendo

Durante uno degli ultimi dibattiti che si sono tenuti alla Royal Geographical Society di Londra, il Worldwatch Institute ha dichiarato che le api sono la specie vivente più preziosa al mondo.

Ciò che producono le api ha per gli esseri umani un valore immenso, ma nonostante questo vengono trattate con poco rispetto. La cosa più importante che fanno non è produrre miele, ma contribuire in un modo ineguagliabile alla riproduzione di tutte le piante del pianeta. Si tratta della funzione che esercitano sul meccanismo di riproduzione della flora, l’impollinazione, dalla quale dipende gran parte della vita sul nostro pianeta.

L’ape gioca un ruolo molto importante nella biodiversità, basti pensare che solo l’agricoltura mondiale dipende per un 70% da loro, ovvero, tra le coltivazioni dei prodotti che consumiamo settanta su cento dipendono dall’intevento delle api. Senza l’impollinazione le piante non potrebbero riprodursi e la conseguenza sarebbe l’estinzione di diverse specie dalla fauna terrestre.

Il motivo per cui le api hanno ricevuto questo titolo, contrasta con la loro preoccupante e rapida scomparsa dal pianeta.

Perché le api stanno scomparendo?

Una delle teorie riguarda la telefonia mobile. Secondo l’ Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Zurigo, le onde emesse durante le brevi conversazioni sono in grado di disorientarle, fino a portarle alla morte.

Attraverso uno studio, si è dimostrato che la comunicazione cellulare provoca nelle api una reazione violenta, in pratica iniziano ad emettere un segnale che ordina a tutte le altre di abbandonare l’alveare. Gli insetti, spaventati dal rumore, si allontano dalla propria casa, volano disorientati e senza meta e finiscono per morire.

stnazkul / 123RF Archivio Fotografico

Un’altra teoria incolpa l’uso massiccio di pesticidi nelle coltivazioni, mentre le api succhiano il nettare del fiore vengono contaminate dalle sostanze chimiche che poi portano nell’alveare. All’interno dell’alveare sono presenti prodotti come cera, proproli e miele, i quali vengono completamente avvelenati, includendo anche l’ape regina, senza la quale il favo cessa di esistere.

Poiché la rinuncia da parte delle persone alla telefonia cellulare o alle antenne per le telecomunicazioni a livello domestico, al giorno d’oggi, è quasi impossibile, gli scenziati hanno molte difficoltà nel proporre una soluzione al problema. Tuttavia, l’organizzazione mondiale Greenpeace propone ciò che segue:

  • Ricerca e monitoraggio della salute delle api.
  • Immediata proibizione dell’uso di pesticidi tossici.
  • Promuovere alternative agricole naturali.
  • Creare un sistema di aree protette prive di telecomunicazioni.

L’estinzione dell api è una delle preoccupazioni più grandi degli ambientalisti e, di fatto, lo è già da diverso tempo; c’è bisogno di una soluzione rapida al problema ed è necessario trovarla al più presto.

Pensi che le api stiano veramente scomparendo? Credi che siamo ancora in tempo salvarle? Lasciaci un comento e non dimenticare di condividere queste informazioni con i tuoi amici per fare in modo che più persone possibili siano consapevoli di questo grave problema.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Back to top button