Le infermiere sentono il suono di un pianoforte in corsia, ma quando scoprono cosa sta accadendo rimangono senza parole

Gli ospedali sono ambienti dove tanti angeli in camice bianco si prendono cura di chi soffre. Sono luoghi silenziosi, dove spesso si richiede la massima disciplina per rispettare chi vive la sofferenza.

Non deve essere stato un bel pensiero quello che ha accompagnato un gruppo di infermiere nel momento in cui alle loro orecchie è arrivata una melodia. Neanche il suono di un pianoforte ed una voce coinvolgente potevano rendere accettabile quel che stava accadendo: qualcuno stava turbando la sacra quiete del loro ambiente di lavoro.

Sono bastati davvero pochi istanti per capire da dove provenissero quei suoni e non appena hanno avuto modo di realizzare cosa stesse accadendo restarono senza parole.

Davanti a loro c’era una mamma che, nel bel mezzo di un ospedale, stava tenendo un vero e proprio concerto.  Non per scelta eversiva, ma perché voleva che suo figlio, malato terminale, vivesse più momenti possibili con il conforto della musica e della voce della madre che tanto la amava.

Lincoln Tanner, questo il nome dello sfortunato piccolo, non aveva neanche un anno e molto poco gli restava da vivere. Sua madre Abby non lo avrebbe lasciato neanche per un secondo, perché il suo desiderio era godersi ogni istante di un piccolo che presto non avrebbe più potuto tenere tra le sue braccia o vederlo davanti ai suoi occhi.

Avrebbe dato qualunque cosa per poterlo avere a lungo con lei; la mamma, inoltre, era anche costretta a soffrire il fatto che nell’arco di un giorno il piccolo poteva arrivare ad avere fino a duecento convulsioni. Quel giorno era al Duke Cancer, una struttura ospedaliera del South Carolina, in attesa dell’ennesimo consulto sullo stato di salute del bambino.

Lì nella sala d’attesa c’era un piano e alla vista non riuscì a resistere. Non appena lo vide si fiondò davanti a quei tasti, mise il piccolo Lincoln al proprio fianco ed iniziò a suonare e cantare.

La musica serviva a stemperare la tensione di quella vita difficile a cui erano costretti lei ed il suo piccolo bambino. Conviveva con l’idea che presto l’avrebbe lasciata. Le sue dita correvano veloci sullo strumento, mentre la sua voce intonata iniziò a cantare la canzone “Never Enough”.

Il toccante momento è stato ripreso da qualcuno e una volta postato sul web è diventato virale; lo spettacolo è bello e drammatico al punto da togliere il respiro.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=27&v=ccLMsad9Xa8

Cosa ne pensi del gesto di questa coraggiosa mamma? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questa emozionante storia con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara e se hai un account Pinterest puoi seguire la nostra nuova pagina con argomenti suddivisi per categorie QUI.

Potrebbe interessarti:
Back to top button