Un medico interrompe la lezione e corre verso una ragazzina. Quando lei sente pronunciare il nome “Robert” scoppia in lacrime

Ashli Taylor non ha avuto un inizio di vita molto facile. È nata con una malattia chiamata cirrosi epatica congenita, la quale compromette il fegato e non gli permette di lavorare come dovrebbe.

La situazione era apparsa fin da subito molto grave. Doveva essere alimentata con una sonda che passava attraverso il naso e per diversi mesi dovette rimanere in ospedale attaccata a delle macchine.

Per poter sopravvivere, la bimba aveva bisogno di un trapianto e fu proprio allora che un uomo di nome Robert Goldstein entrò nella vita della piccola e cambiò tutto.

C’era una decisione enorme da prendere, ma la madre di Ashli, Crystal Pope-Taylor, non dubitò nemmeno un istante. La donna scelse di donare una parte del proprio fegato per salvare la vita della propria figlia. Robert Goldstein, un chirurgo di Dallas, avrebbe effettuato l’intervento.

Fortunatamente l’operazione andò per il meglio. Grazie ad una madre molto coraggiosa e ad un chirurgo eccellente, Ashli ha avuto una seconda opportunità.

Ashli non parlava quasi mai di come era cominciata la propria vita. Nemmeno i suoi compagni di classe sapevano cosa le fosse successo, fino a che, nel dicembre del 2015, la ragazza non decise di raccontare la sua storia durante una lezione di scrittura creativa.

Le venne assegnato un compito e decise di scrivere una lunga lettera all’uomo che, insieme alla propria madre, era riuscito a salvarle la vita, Robert Goldstein.

Erano già trascorsi 15 anni del giorno dell’operazione, però lei quel nome non l’aveva mai dimenticato. La ragazza non aveva mai avuto la possibilità di parlare con lui e per questo voleva ringraziarlo con tutto il suo cuore.

Ashli scrisse la lettera e poi continuò con la solita vita.

Però, un bel giorno, qualcuno bussò alla porta della sua classe. Dopodiché, entrò un uomo che chiese di Ashli e che poi corse verso di lei. Ahsli in quel momento non capiva cosa stesse accadendo, poi però, quando sentì pronunciare il nome “Robert” tutto le fu subito chiaro.

Proprio di fronte a lei, in abiti da chirurgo e con un mazzo di fiori tra le mani, c’era il chirurgo che l’aveva operata tanti anni prima.

“Lei mi ha commosso talmente tanto che ho voluto fare qualcosa. Volevo farle capire che le sue parole mi erano arrivare dritte al cuore”, disse Robert Goldstein.

I due erano molto emozionati e quando si sono abbracciati non hanno potuto fare a meno di versare qualche lacrima.

“I medici non vengono quasi mai ringraziati, ma anche loro hanno bisogno di sapere che il loro lavoro è apprezzato”, ha affermato Ashli Taylor.

Il video dell’incontro tra Ashli e Robert è stato visto migliaia di volte. Ci ricorda quanto sia importante donare, ma soprattutto ci ricorda quanto sia importante il contatto umano. Guarda il momento in cui si sono abbracciati:

https://youtu.be/r8RS1PVKhV0?t=49s

A volte diamo la vita per scontata, ma questa storia ci fa capire fino a che punto possa essere vulnerabile.

Cosa ne pensi del gesto di Robert? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questa commovente storia con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara e se hai un account Pinterest puoi seguire la nostra nuova pagina con argomenti suddivisi per categorie QUI.

Back to top button