I 4 doni delle persone profondamente sensibili

Perché vedo le cose in modo diverso dagli altri? Perché soffro più di tanti altri? Perché trovo sollievo nella solitudine? Perché percepisco e vedo cose di cui altri non si accorgono? Solitamente, quando si fa parte di una minoranza, le prime sensazioni che si avvertono sono quelle si sentirsi in svantaggio e di provare paura.

Far parte del 20% della popolazione che si riconosce come altamente sensibile non è affatto uno svantaggio e non bisogna sentirsi diversi. È molto probabile che durante tutta la tua vita e, soprattutto, durante la tua infanzia tu sia stato consapevole di questa distanza emotiva e, frequentemente, hai avuto come la sensazione di vivere in una bolla di alienazione e solitudine. Elaine N. Aronen, durante gli anni novanta ha effettuato uno studio riguardante le personalità sensibili ed ha spiegato nel dettaglio le caratteristiche che riflettono una realtà sociale: le persone profondamente sensibili sono premurose, empatiche ed emozionalmente reattive.

Se si tratta del tuo caso, se ti sei identificato con le caratteristiche che la Dottoressa Aron ha descritto nel proprio libro “Il dono della sensibilità“, è importante che tu sappia che questa sensibilità non è un buon motivo per sentirti strano o diverso. Al contrario, devi sentirti felice di aver ricevuto questi quattro meravigliosi doni.

I doni delle persone altamente sensibili

1# Il dono della conoscenza interiore

Fin dai primi anni, il bambino sensibile riesce a percepire degli aspetti della propria vita quotidiana che gli fanno provare un turbine di sentimenti: ansia, conflitti e molta curiosità. I suoi occhi riescono a captare cose che la maggior parte delle persone non vede. Lo sguardo di frustrazione dei propri insegnanti, l’espressione preoccupata della propria madre… Essere capaci di vedere cose che altri bambini non vedono, insegna loro, fin dal principio, che a volte la vita è difficile e contraddittoria. Si tratta di bambini precoci che vedono il mondo per quello che è, ma senza la sufficiente maturità per riuscire a capire le emozioni.
La conoscenza delle emozioni è un’arma potente. Ci fa capire meglio le persone, ma ci rende anche più vulnerabili al dolore ed al comportamento degli altri. La sensibilità è come una luce brillante, ma non mancheranno mai commenti come: “Prendi tutto troppo sul serio” o “Sei troppo sensibile”. Sei ciò che sei. Questo richiede una grande responsabilità, la tua conoscenza delle emozioni richiede cura e protezione.

2# Il dono di godersi la solitudine

Le persone profondamente sensibili trovano piacere nei momenti di solitudine. Si tratta di individui creativi a cui piace la musica, la lettura ed i propri hobby. Questo non significa che a loro non piace stare in compagnia degli altri, ma che si sentono felici anche quando sono soli. Loro non hanno paura della solitudine. In quei momenti riescono a connettersi con se stessi e con i propri pensieri, liberi da tutto ciò che li lega e da sguardi indiscreti.

3# Il dono di vivere con il cuore

Le persone altamente sensibili vivono attraverso il proprio cuore. Vivono intensamente l’amore, l’amicizia e si sentono molto felici con i piccoli gesti di ogni giorno. Questi individui vengono spesso associati alla sofferenza, a causa della loro tendenza a sviluppare depressione, tristezza e vulnerabilità di fronte al comportamento delle persone. Tuttavia, vivono l’amore con grande intensità. Non stiamo parlando solamente delle relazioni di coppia, ma anche delle amicizie, dell’affetto di ogni giorno, della bellezza di un quadro, di un paesaggio o di una canzone speciale. Sperimentano tutto con grande intensità.

4# Il dono della crescita interiore

La sensibilità profonda non si può curare. Le persone nascono con questa caratteristica e questo dono si manifesta fin dall’infanzia. Le loro domande, le loro intuizioni, i loro malesseri dovuti a luci o odori forti e la loro vulnerabilità dimostrano un’eccessiva sensibilità emotiva. Non lasciare che le emozioni negative ti destabilizzino e ti facciano soffrire. Devi renderti conto che gli altri hanno un ritmo differente dal tuo e che, spesso, non vivono le emozioni tanto intensamente come te. Questo non significa che amino di meno; si tratta solo di un modo diverso di vivere le emozioni. Cerca di capirli e rispettarli. La sensibilità profonda è un dono, uno strumento che permette di approndire e di avere empatia per tutte le cose e per tutte le persone. In pochi hanno questa capacità di imparare dalla vita.

ulkas / 123RF Archivio Fotografico

Conoscevi già le caratteristiche che distinguono una persona altamente sensibile? Lasciaci un commento e salva il contenuto sulla tua bacheca così che anche i tuoi amici possano conoscere queste informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button