La Luna rossa, l’eclissi lunare più lunga del XXI secolo si potrà vedere il 27 luglio

L’eclissi lunare più lunga del XXI secolo, che durerà 102 minuti, si potrà osservare il prossimo 27 luglio a partire dalle 21,00 che sarà il momento in cui sorgerà la Luna, la quale sarà già in penombra. L’Istituto di Astrofisica dell’arcipelago canario (IAC), trasmetterà il fenomeno in diretta dal Centro di Alta Energia HESS situato in Namibia, poiché si tratta di un ottimo luogo d’osservazione. La diretta di questa eclissi totale di Luna verrà realizzata in collaborazione con il progetto europeo STAR4ALL.

NASA

Il 27 luglio di quest’anno si verificherà un’eclissi totale di Luna. Si tratterà di un’eclissi durante la quale la Luna non scomparirà, ma assumerà una tonalità rossastra. Questo per via del fatto che l’atmosfera della Terra, la quale si estende per circa 80 chilometri oltre il diametro del nostro pianeta, agisce come se fosse una lente che devia la luce del Sole e che fa da filtro ai suoi componenti di colore blu, di modo da lasciar passare solamente la luce rossa che verrà riflessa dal satellite. Per questo, la Luna assumerà un colore ramato così caratteristico.

La fase totale dell’eclissi durerà 1 ora e 42 minuti e sarà la più lunga del XXI secolo. La Luna sorgerà alle 21 circa e sarà già parzialmente in penombra, mentre la sua totalità si potrà vedere tra le 21,30 fino alle 23,15 circa.

http://sky-live.tv/

Dall’Africa orientale si potrà osservare l’eclissi completa e dall’Europa occidentale (Italia, Spagna, Francia, Portogallo o Regno Unito) si potrà osservare solamente la seconda parte dell’eclissi, con la Luna visibile all’orizzonte orientale.

Dopo due anni senza poter osservare un’eclissi di Luna totale in Europa, il prossimo 27 luglio potremo assistere a questo fenomeno (nuvole permettendo), dopodiché bisognerà aspettare altri sei mesi per poter ripetere l’esperienza, nel gennaio del 2019.

Durante la diretta che verrà fatta dalla Namibia, l’oscurità prodotta dall’eclissi permetterà di scoprire oggetti che sono visibili solamente dai cieli del sud, come per esempio le Nubi di Magellano. Si tratta di due piccole galassie che orbitano intorno alla Via Lattea come satelliti.

Venerdì sera tutti con gli occhi al cielo per vedere questo meraviglioso spettacolo che ci offre madre natura.

Ti piace osservare questi fenomeni naturali? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

25K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>