La bambina prende il telefono del papà e lo getta in mare dopo che lui non smette di parlare

Siamo stati tutti bambini. Che siano passati pochi anni o decenni, è praticamente impossibile dimenticare alcune sensazioni che si provavano durante l’infanzia. C’era ad esempio la necessità di sentirsi protagonisti, di essere al centro dell’attenzione soprattutto quando si era assieme ai genitori. La voglia malcelata era quella di interagire il più frequentemente possibile con le persone care attorno, in maniera tale da apprendere il più possibile e soddisfare la propria curiosità.

Non sempre, però, questo era possibile. Spesso si facevano i conti con genitori molto impegnati con il lavoro e occorreva aspettare particolari periodi dell’anno per potersi godere la loro compagnia a trecentosessanta gradi.  Poteva, ad esempio, essere un momento opportuno, in tal senso, quello in cui ci si trovava in vacanza ed in barca. Magari in mezzo al mare, dove trovare distrazioni per i più grandi è più difficile.

Oggi, però, le cose sono cambiate e molto spesso i più grandi dovrebbero fare “mea culpa” perchè rischiano di mettere in secondo piano i propri figli nel momento in cui non si riesce a staccarsi dal telefono perché si vogliono controllare la mail, il feed di Facebook o bisogna affrontare una lunga telefonata con un collega.

Ai bambini non basta la presenza fisica. Loro sanno quando un genitore è predisposto a dargli tutta l’attenzione di cui hanno necessità o se la vicinanza non è anche psicologica. L’esempio concreto arriva da questo video, la cui diffusione sta raggiungendo livelli virali poiché in molti si riconoscono nell’errore.

Il protagonista è un famoso rapper russo che risponde al nome di Timati. Celebre in patria, un po’ meno al di fuori: resta un personaggio che ha molto tempo libero grazie all’attività che lo mette in una posizione di privilegio. Quella che, ad esempio, gli consente di rilassarsi su uno yacht a Saint Tropez, in Costa Azzurra.

Nelle immagini che lo ritraggono lo si può vedere inizialmente impegnato ad affrontare una lunga telefonata. Di fronte a lui, però, c’è sua figlia che sembra reclamare attenzione. Capisce subito che tra il suo mancato ruolo di protagonista della scena e l’attenzione di suo padre c’è un muro divisorio da identificare nel cellulare.

Prima prova a parlare con il genitore, non essendo soddisfatta della risposta ricevuta, Alisa (questo è il nome della piccola di 4 anni) prende il telefono dalle mani del padre e lo getta in acqua, mostrando con orgoglio un sorriso che certifica la soddisfazione per essere riuscita nell’impresa di prendersi la scena.

Considerato che, sotto il profilo economico, Timati non avrà grandi problemi a sostituire il telefono, questa vicenda può diventare un esempio che può spiegare ai genitori quanto i bimbi siano sensibili all’essere messi in secondo piano. Il video, però, sicuramente fa sorridere.

😭😭😭

Un post condiviso da Black Star (@timatiofficial) in data:

Cosa ne pensi della reazione di questa piccolina? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano vedere queste immagini. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

2K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>