L’incredibile talento di due acrobati li ha portati a raggiungere un nuovo Guinness World Records

L’acrobazia è un’arte nella quale prevalgono doti come la concentrazione, la forza, la precisione e la resistenza e questi due acrobati professionisti lo dimostrano ampiamente. Ogni volta che si esibiscono attirano gli sguardi di moltissime persone che, affascinate, non possono fare a meno di osservare le loro performance.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2014507068591903&set=pb.100000978890843.-2207520000.1536175575.&type=3&theater

Si chiamano Giang Quoc Nghiep e Giang Quoc Co, sono due fratelli di origine vietnamita, i quali hanno battuto il guinness dei primati per aver conquistato la cima di una scalinata di 90 gradini, l’uno sulla testa dell’altro. I detentori del precedente record erano gli artisti professionisti cinesi Tang Tao e Su Zengxian, i quali erano riusciti a salire 25 gradini.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1898409680201643&set=pb.100000978890843.-2207520000.1536175575.&type=3&theater

L’esercizio si è svolto sulla scalinata della cattedrale di Santa Maria a Girona, in Spagna, e gli artisti hanno impiegato solamente 52 secondi per completarlo. Nell’osservarli sembra quasi che non facciano sforzi, ma si tratta del risultato di un duro e lungo lavoro, durante il quale non sono mancati gli incidenti e le ferite.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1471318489577433&set=pb.100000978890843.-2207520000.1536175949.&type=3&theater

“A volte ho pensato di non poter proseguire a lungo, ma continuiamo ad andare avanti ed a superare la paura e il pericolo. Vogliamo dimostrare a tutti nel mondo che le possibilità umane sono infinite”, ha affermato uno dei fratelli.

Di seguito l’incredibile filmato:

https://www.facebook.com/GuinnessWorldRecords/videos/10154446418804032/

Cosa ne pensi del talento e della dedizione di questi due fratelli? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano vedere questo incredibile video. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Back to top button