Le donne sagge non vivono lamentandosi, generano cambiamenti

La spiritualità unisce. Lamentarsi significa perdere tempo. C’è molto da imparare. A partire dai 40 anni inizia il meglio se sei in grado di renderti conto della quantità di potenziali qualità che ci sono dentro di te.

Così ti viene voglia di diventare una strega. Una strega è una persona con un grande potere personale. Le streghe sagge dicono la verità con compassione e non sono d’accordo con ciò che a loro non piace, ma non sentono e non portano dentro di loro l’ira come le donne più giovani. Alcuni uomini eccezionali possono arrivare ad essere delle streghe, quelli che posseggono il dono della compassione, della saggezza, dell’umorismo e non sono dipendenti dal potere.

Le streghe sagge sono in grado di guardarsi indietro senza rancore né dolore; sono audaci, hanno fiducia dei propri presentimenti, meditano a proprio modo, difendono fermamente ciò a cui tengono di più, decidono la propria strada con il cuore, ascoltano il proprio corpo, improvvisano, non implorano, ridono. Sanno come prendersi cura delle piante e anche degli animali. Per prima cosa imparano ad amare ciò che fanno, poi incoraggiano gli altri a crescere. Sanno riconoscere cosa è fragile e ciò che possiede valore, ma anche ciò che deve essere scartato.

Più passano gli anni, più imparano dal proprio percorso. L’osservazione compassionevole della vita degli altri ti insegna molto e le donne sagge trascorrono molto tempo ad osservare. Esistono casi, pochi, di donne che sono sagge a 30 o 35 anni, ma queste ultime a 60 sono incredibili. Le donne hanno l’opportunità di cambiare il mondo nei prossimi decenni, ma se non iniziano a farlo ora, probabilmente non lo faranno mai. Le donne dovrebbero formare dei gruppi che abbiano una componente spirituale. Semplicemente perché ascoltando i problemi, le speranze e le paure delle altre donne e raccontando i propri, si acquisisce forza.

Quando si è seduti in cerchio e si rimane in silenzio, ci si rende conto che esiste una connessione spirituale che ha il potere di trasformare. La spiritualità, la fisica quantica e il buddhismo affermano la stessa cosa: “Tutti siamo connessi e, per questo, ognuno di noi influisce sul mondo”.

Se le donne fossero coinvolte nei processi di pace, tutto sarebbe più facile, ma se chi negozia sono dei maschi alfa… Siamo piene di risorse molto potenti alle quali non prestiamo attenzione, come la conoscenza intuitiva. Poteri che si possono sviluppare in gruppo. Di seguito puoi trovare alcune regole delle donne sagge prese dal libro: “Le streghe non si lamentano” di Jean Shinoda.

13 regole delle donne sagge

1# Le donne sagge non vivono lamentandosi, generano cambiamenti.

2# Le donne sagge sono audaci.

3# Le donne sagge sanno come prendersi cura delle piante.

4# Le donne sagge hanno fiducia nel proprio intuito e rispettano quello degli altri.

5# Le donne sagge meditano ogni giorno e sono connesse con i propri pensieri.

6# Le donne sagge difendono fermamente ciò che più conta per loro.

7# Le donne sagge si fanno strada anche con il cuore.

8# Le donne sagge dicono la verità con compassione.

9# Le donne sagge ascoltano il proprio corpo.

10# Le donne sagge improvvisano e giocano.

11# Le donne sagge non implorano

12# Le donne sagge ridono insieme

13# Le donne sagge assaporano le cose positive della vita e le condividono con semplicità.

“Sii autentica, sii coerente con te stessa e scopri cosa vuoi fare con la tua preziosa vita”

Cosa ne pensi? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere questa riflessione. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button