Perché alcune persone ci “danno la scossa” quando le tocchiamo?

Sicuramente, alcune volte, ti sarà successo che nel toccare qualcuno o qualcosa si sia generata una piccola scarica elettrica.

Secondo la scienza, tutto è costituito da atomi, i quali a loro volta possono avere sia carica negativa che positiva. Tuttavia, per comprendere meglio come si creano queste piccole scariche elettriche bisogna sapere cos’è l’elettricità statica.

L’elettricità statica si genera a riposo e normalmente ha una carica neutra, però può presentare degli squilibri nel momento in cui acquisisce o perde un elettrone.

Le persone possono essere dei conduttori di elettricità statica, alcune più di altre, dipendentemente dalle proprie abitudini. Se una persona indossa, per esempio, tessuti sintetici o acrilici, o se in casa ha dei tappeti, sarà più propensa ad essere un conduttore di elettricità statica e a generare quelle piccole scariche quando toccherà un’altra persona o un determinato oggetto.

Cos’è la scossa che si sente?

Si tratta dello scambio di cariche negative e/o positive che si possono verificare tra due persone quando si toccano a vicenda e si crea quando non c’è altro modo per liberarsi degli elettroni che sono rimasti in eccesso. Questi ultimi cercano sempre di scaricare a terra, però quando non esiste un percorso diretto utilizzano altri corpi per arrivare al suolo.

Questa scossa elettrica è un fluido di elettroni, cariche positive o negative che formano una sorta di pellicola intorno a noi.

Se si vuole evitare questo tipo di situazione è bene utilizzare delle scarpe con delle suole di gomma o toccare degli oggetti di metallo, ceramica o cemento di modo da equilibrare le proprie energie.

E tu hai mai preso la scossa da qualcuno? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Back to top button