Hanno portato alla luce i mitologici busti dell’isola di Pasqua e hanno scoperto che non erano solo teste

Probabilmente, avrai sentito parlare più di una volta delle gigantesche statue a forma di busti umani che si trovano nel mezzo dell’Oceano Pacifico.

Molto lontano dalle coste del Cile e situata nelle acque dell’oceano Pacifico si trova l’isola di Pasqua. Si tratta di un luogo storico e mitologico nel quale sono conservate un’infinità di meraviglie. Nella lingua nativa il suo nome è Rapa Nui che significa grande isola, grande roccia. Ed è stato grazie al lavoro di diversi archeologi che sono stati portati alla luce gli ancestrali busti e, con loro grande sorpresa, anche i corpi che si trovavano sotto di essi.

Queste statue si chiamano Moai e, ad oggi, non si conosce ancora il loro reale significato, ma esistono molte teorie a riguardo. Queste enormi sculture vanno dai 2,5 fino ai 10 metri di altezza, le più grandi possono pesare dalle 70 alle 80 tonnellate, sono fatte di tufo vulcanico e la maggior parte di esse sono dei monoliti, ovvero sono state ricavate da un unico grande blocco. Si pensa che possano essere state scolpite direttamente nelle grotte, per poi essere trasportate in posizione eretta sulle coste dell’isola dove altre persone si sono occupate delle rifiniture.

Qualche tempo fa, gli archeologi hanno deciso di scavare per scoprire quanto fossero effettivamente grandi queste sculture e scoprirono che quasi tutte, nascondevano sotto terra il resto del corpo. Secondo gli esperti le statue originali sono state coperte nel corso del tempo dall’erosione e dai sedimenti espulsi dai vulcani vicini, lasciando esposte solo le teste.

Si pensa che queste grandi sculture siano state scolpite a partire dall’anno 1000 d.C. dai polinesiani che abitavano l’isola. Tutte le statue guardano verso il centro dell’isola e per questo motivo si pensa che siano state posizionate in questo modo come protezione per la terra e per tutti i suoi abitanti e come augurio di buon auspicio. Sul dorso di tutte le sculture sono presenti dei simboli in rongorongo, una forma di scrittura che ad oggi non è stata ancora completamente decifrata, ma si pensa che possano essere le firme dgli artisti che realizzarono l’opera o il simbolo del gruppo proprietario della scultura.

A causa delle grandi diemensioni di queste meravigliose sculture, sono in molti che si soffermano a pensare a come una società “primitiva” possa aver creato, spostato e posizionato delle statue gigantesche con tale precisione.

Di seguito alcune foto delle statue dell’Isola di Pasqua:

https://www.facebook.com/isladepascuarapa/photos/a.366612463441830/375829209186822/?type=3&theater

https://www.facebook.com/isladepascuarapa/photos/a.209117279191350/386116631491413/?type=3&theater

https://www.facebook.com/isladepascuarapa/photos/a.366612463441830/534361230000285/?type=3&theater

https://www.facebook.com/isladepascuarapa/photos/a.209117279191350/534906169945791/?type=3&theater

https://www.facebook.com/isladepascuarapa/photos/a.209117279191350/534906356612439/?type=3&theater

 

https://www.facebook.com/isladepascuarapa/photos/a.366612463441830/622312231205184/?type=3&theater

https://www.facebook.com/LoveRapaNui/photos/a.143549785674459/148955551800549/?type=3&theater

https://www.facebook.com/LoveRapaNui/photos/a.143549785674459/143550975674340/?type=3&theater

https://www.facebook.com/LoveRapaNui/photos/a.1704371186258970/1708499735846115/?type=3&theater

https://www.facebook.com/isladepascuarapa/photos/a.209117279191350/209117282524683/?type=3&theater

Avevi mai sentito parlare di queste meravigliose sculture che si trovano nel mezzo dell’Oceano Pacifico? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA