Una vera combattente non è quella che vince sempre, ma quella che non si arrende mai

Nel mondo ci sono molte donne che, giorno dopo giorno, inseguono i propri sogni, lavorano per ottenere quello che vogliono, si asciugano le lacrime e decidono di continuare a sorridere. Esistono delle donne che sembrano avere nei propri geni la capacità di cadere e di rialzarsi ancora più forti di prima.

È davvero affascinante incontrare questi spiriti combattenti che non si arrendono mai, che affrontano la vita prendendosi tutte le proprie responsabilità e che sono in grado di trasformare le più grandi difficoltà in meravigliose occasioni per reinventarsi, per rialzarsi, per cambiare rotta e per andare avanti, ma mai per arrendersi e per darsi per vinte.

Esiste una enorme differenza tra arrendersi e accettare quando non possiamo più fare nulla; quando accettiamo di lasciare andare ciò che ci tiene legati, è liberatorio, mentre quando ci arrendiamo rimaniamo con l’amaro sapore della sconfitta, con la sensazione che avremmo potuto fare di più, con la sensazione che il risultato è dipeso solo da noi ed abbiamo deciso di non fare più nulla.

Molte volte non sappiamo nemmeno di cosa siamo capaci, fino a che non ci troviamo in situazioni che ci mettono alla prova, che fanno uscire quel coraggio che ci fa prendere in mano le redini e che ci fanno capire che ciò che ci motiva profondamente ci fa muovere, ci fa male e ci può anche far cadere.

Però, chi riesce a cavalcare l’onda, anche dopo aver affrontato molte cadute, capisce la difefrenza che esiste tra arrendersi e continuare a provare. Sicuramente, non possiamo sapere quando la marea si calmerà o quando decideremo di uscire dall’acqua, ma quello che è certo è che chi possiede un atteggiamento elastico non si arrenderà.

A volte dobbiamo lasciare che le cose seguano il proprio corso e possiamo solo rimanere a guardare, però prestando sempre attenzione a quando sarà il momento più opportuno per muoversi, o per chiedere l’intervento di qualcuno. Questo non ci rende più deboli, anzi, ci rafforza nella nostra lotta, ci avvicina a coloro a cui importiamo davvero e diventiamo consapevoli del fatto che, anche se saremmo in grado di cavarcela da soli, a volte, è molto più semplice e veloce farlo con un aiuto.

Se sei una donna combattente, sicuramente, ti identificherai; se invece sei una donna che si considera debole, sappi che non esiste nulla di più lontano dalla realtà, perché non puoi sminuire le tue capacità; devi imparare a conoscerti per sapere fino a dove puoi arrivare e ricordare che gli unici limiti sono nella tua mente.

Una donna combattente è colei che lotta ogni giorno per andare avanti, per mantenersi a galla, per non affogare e molte volte lo fa senza che nessuno se ne accorga.

Cosa ne pensi di questa riflessione? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggerla. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.