Gli psicologi di Harvard rivelano che i genitori che educano bambini “buoni” fanno queste 5 cose

In questa era tecnologica, crescere i bambini è molto differente da quei tempi in cui non c’erano smartphone, computer e tablet. Prima i bambini giocavano all’aperto, davano calci ad un pallone o giocavano con le carte al posto di inseguire dei Pokemon su uno schermo. I bambini giocavano all’aperto fino a che non si accendevano le luci della strada, quando sapevano che dovevano rientrare a casa. Al giorno d’oggi stiamo educando i bambini in un modo molto diverso da come si faceva 20 o 30 anni fa. Forse è ora di tornare alle basi.

Questo è un mondo nuovo. Ai bambini che nascono adesso vengono dati automaticamente tutti i tipi di gadget per intrattenerli. Però, cosa ci manca? Alcuni psicologi dell’Università di Harvard hanno effettuato degli studi per capire ciò che rende un bambino ben adattato in questi tempi mutevoli e sono arrivati alla conclusione che ci sono diversi elementi che sono ancora molto basilari.

5 segreti per crescere un bravo bambino

1# Trascorri del tempo con i tuoi figli

Si tratta di un seggerimento molto semplice. Però, stiamo vivendo in tempi difficili durante i quali trascorriamo 24 ore al giorno e 7 giorni alla settimana con la tecnologia, con le preoccupazioni del lavoro e con il continuo bombardamento delle nostre vite occupate che cercano di rimanere a galla. Non si tratta solamente dei mezzi di comuncazione sociale, ma anche delle notizie, dei messaggi di posta elettronica, delle chat, o del fatto di stare sempre in guardia per quanto riguarda le relazioni con le altre persone. Ci siamo abituati alla “dipendenza” della tecnologia. È più facile dare a un bambino un tablet o una console per videogiochi per mantenerlo impegnati.

Trascorrere del tempo con i nostri figli significa lasciare tutta la tecnologia da parte e leggere insieme un bel libro, giocare con la palla, fare un’escursione o, semplicemente, fare un gioco con le carte anche se è passato di moda. In termini più semplici, significa che dobbiamo interagire personalmente con i nostri bambini. Queste sono le cose che ricorderanno. Si dimenticheranno di quello che gli è stato comprato. Quello che vogliono è trascorrere più tempo di qualità con i propri cari.

2# Parla con i tuoi figli ad alta voce

Secondo i ricercatori di Harvard: “Anche se la maggior parte dei genitori dice che i propri figli sono una priorità assoluta, spesso i bambini non riescono a sentire questo messaggio”.

Questo significa che dobbiamo dedicare del tempo per assicurarci su cosa sta accadendo nelle vite dei nostri figli. Parlare con gli insegnanti, con gli allenatori, con i baby sitter, o con chi trascorre del tempo con loro. Dobbiamo capire se ci sono dei cambiamenti nel loro comportamento. Dobbiamo assicurarci che i nostri figli si sentano a proprio agio nel parlare con noi. I nostri figli hanno bisogno di sentire che sono la priorità nella nostra vita. Non è sufficiente mostrarlo dando loro delle cose, tenendoli al sicuro o alimentandoli. I bambini hanno bisogno di riconoscimenti attraverso le parole. Le parole sono importanti. Invitiamoli a sedersi vicino a noi ed a condividere le loro storie sulla scuola, sugli amici, sullo sport ecc.

3# Mostra ai tuoi figli come fare per risolvere i problemi senza evidenziare il risultato

Uno dei regali più grandi che possiamo fare ai nostri figli è la capacità di analizzare e risolvere i problemi. Dobbiamo avere fiducia e far prendere loro delle decisioni in autonomia. Noi non potremo sempre risolvere tutti i loro problemi. È salutare permettere loro di sperimentare la vita attraverso le proprie prospettive. Il risultato è importante e permettendo loro di determinare ciò che vogliono, gli starai dando coscienza.

Se vuoi aiutare tuo figlio a diventare un adulto produttivo, permettigli di venire da te a condividere i suoi problemi e guidalo di modo che faccia la migliore scelta possibile. Come genitori è difficile fare un passo indietro e vedere i propri figli commettere degli errori. Però è successa la stessa cosa anche a noi, fa parte dell’apprendimento e fa parte dell’evoluzione della nostra umanità. Sii felice per quello che hanno fatto e non solo per essere un genitore.

Rick Weissbourd, il ricercatore che ha diretto lo studio, ha affermato: “Siamo iper-focalizzati sulla felicità del nostro bambino. Non sono sorpreso che la ricerca della felicità sia la più alta, ma sono sorpreso per il fatto che il risultato da ottenere debba essere così alto. Stiamo forse spingendo i nostri figli a concentrarsi solo sul successo? La pressione per il raggiungimento degli obiettivi può avere un sacco di risultati negativi. Penso che possa rendere i bambini meno felici”.

4# Mostra regolarmente gratitudine tuo figlio

I ricercatori hanno affermato che: “Gli studi dimostrano che le persone che si abituano ad esprimere la propria gratitudine sono più propense ad essere utili, generose e compassionevoli, inoltre, sono più propense ad essere felici ed in salute”. I genitori devono dare ai propri figli dei compiti e poi esprimere quanto siano grati per i loro risultati. È importante che i bambini vedano la gratitudine come un dono straordinario. Ogni volta che fanno qualcosa, riconosci il loro impegno. Gli psicologi di Harvard hanno scoperto che i genitori  tendono ad elogiare solo “gesti di gentilezza poco frequenti”.

Come genitori, il nostro dovere è quello di insegnare ai nostri figli ad essere empatici e compassionevoli con gli altri. I bambini imparano con l’esempio. Portali in un rifugio per senzatetto e fagli capire che non tutti hanno la fortuna di avere una casa. Sii aperto con loro e ringraziali per ogni piccolo gesto che compiono e che non ha nulla a che vedere con la scuola o con ciò che compete loro. Insegnare loro ad aiutare gli altri non solo significa dargli l’opportunità di essere degli adulti incredibili, ma significa anche eliminare i pregiudizi dell’intolleranza e della differenza. Tutto inizia in casa.

5# Insegna ai tuoi figli ad avere una prospettiva più ampia

Questo torna al fatto di mostrare loro gratitudine. Lascia che tuo figlio sperimenti il mondo attraverso la propria compassione. I ricercatori dicono che: “Quasi tutti i bambini simpatizzano e si preoccupano per una piccola cerchia di familiari e amici”.

Insegna a tuo figlio ad essere un buon ascoltatore, ad interagire senza l’uso della tecnologia, ad essere empatico con persone che non appartengono alla propria famiglia e a non giudicare nessuno in base alle differenze. Siamo in un momento cruciale dell’evoluzione umana e questa nuova generazione ha la capacità di essere grande e di cambiare il nostro mondo. Esponi i tuoi figli a diverse culture e aiutalo a sviluppare tutte le qualità per essere una persona affettuosa, gentile e felice.

Aiuta i tuoi figli a navigare in questo mondo attraverso la compassione, l’amore e la bontà.

“Educare un bambino affettuoso, rispettuoso e con dei principi morali è ed è sempre stato un lavoro molto duro. Però si tratta di un qualcosa che tutti noi possiamo fare. Nessun impiego sarà mai più importante e gratificante”.

Cosa ne pensi di queste cinque regole base per crescere dei bravi bambini? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.