Un supermercato thailandese usa foglie di banano per avvolgere gli alimenti. Hanno messo da parte la plastica

Hanno trovato un’alternativa naturale e a zero impatto per l’ambiente. Il pianeta ringrazia.

Sappiamo bene che uno dei più grandi compiti in sospeso per gli esseri umani è la cura della natura, è stata messa da parte per molti anni, talamente tanti che le conseguenze per l’ambiente sono state molto gravi.

Diverse nazioni del mondo sono riuscite ad abolire i sacchetti di plastica, infatti è sempre meno comune il loro utilizzo. Nonostante questo, però, c’è ancora molta strada da fare e, di questi tempi, qualsiasi iniziativa che possa offrire una nuova soluzione è ben accetta.

Il Rimping Supermarket che si trova a Chiang Mai, in Thailandia, è diventato famoso in tutto il mondo dopo aver presentato un’interessante proposta.

https://www.facebook.com/perfecthomes/photos/pcb.2334207516824330/2334207343491014/?type=3&theater

Si tratta di involucri per le merci fatti di foglie di banano che permettono di mettere da parte le confezioni di plastica, la quale impiega molti anni per decomporsi ed ha già fatto dei grossi danni sia agli animali che all’ambiente.

https://www.facebook.com/perfecthomes/photos/pcb.2334207516824330/2334207263491022/?type=3&theater

Le foto mostrano quanto sia semplice questa soluzione, un modo naturale per smettere di usare sacchetti di plastica sui banchi dei supermercati.

https://www.facebook.com/perfecthomes/photos/pcb.2334207516824330/2334207393491009/?type=3&theater

Recentemente, un supermercato che si trova in Nuova Zelanda ha proposto ai propri clienti alimenti che si presentato “nudi”, ovvero, senza alcun tipo di confezione o sacchetto.

https://www.facebook.com/perfecthomes/photos/pcb.2334207516824330/2334207186824363/?type=3&theater

Adesso, questa nuova idea del supermercato thailandese potrebbe essere una svolta in molte zone del mondo, dove questo frutto cresce in abbondanza.

https://www.facebook.com/perfecthomes/photos/pcb.2334207516824330/2334207443491004/?type=3&theater

Probabilmente, si tratta di un passo in più verso la soluzione del problema e speriamo che presto gli animali del nostro pianeta possano smettere di pagare le conseguenze dei nostri errori.

https://www.facebook.com/perfecthomes/photos/pcb.2334207516824330/2334207493490999/?type=3&theater

Cosa ne pensi di questa meravigliosa idea? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button