39 foto che mostrano i tatuaggi femminili tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900

In molti potrebbero pensare che il mondo dei tatuaggi sia un qualcosa di moderno ed attuale, tuttavia, si tratta di un’usanza millenaria che è stata praticata da diverse culture. Al giorno d’oggi è molto comune avere un tatuaggio, ma non è sempre stato così. Se facciamo un ripasso della storia di quest’arte possiamo vedere che ha attraversato molti alti e bassi, fino a raggiungere il consenso comune nel diciannovesimo secolo.

Sebbene ci siano alcune prove che indicano che gli uomini del Neolitico si tatuassero la pelle del corpo, il tatuaggio inteso come arte cominciò ad essere usato più di 4000 anni fa in Egitto. Un famoso esempio è la mummia di Amunet, una sacerdotessa ricoperta da tatuaggi vissuta 3000 anni fa.

Gli assiri e i fenici avevano tatuaggi, amavano segnare le loro fronti con simboli legati alle diverse divinità. Anche nell’impero romano ci sono prove di questa pratica, i tatuaggi venivano usati per indicare il grado o la posizione sociale, per dimostrare gerarchie militari e per indicare la proprietà di uno schiavo. Tuttavia, si ritiene che il tatuaggio venisse anche usato come punizione per coloro che commettevano dei crimini e, nel 325 d.C., Costantino emise un decreto contro questa attività. Nel 787 d.C., anche papa Adriano vietò questa pratica, tuttavia molti crociati in Terrasanta continuarono a tatuarsi una croce sul corpo per assicurarsi una degna sepoltura nel caso in cui fossero caduti in battaglia.

Nel 1771, James Cook, un esploratore e navigatore britannico, di ritorno da un viaggio a Tahiti importò l’arte dei tatuaggi polinesiani. Installarono i loro centri nei porti ed è per questo motivo che i tatuaggi, ancora oggi, vengono attribuiti ai marinai. Con il tempo, venne riconosciuta la fama di chi possedeva un tatuaggio tra i marinai e, per questo, iniziarono ad essere associati ad uno status sociale inferiore e ai criminali, poiché alcuni marinai si imbarcavano per lunghi periodi per evitare la giustizia.

Verso la fine del 1800, alcuni artisti anglosassoni iniziarono a praticare quest’arte e da qui in poi la moda dei tatuaggi si diffuse in tutto il mondo.

Di seguito è possibile osservare 39 fotografie che ritraggono le prime donne tatuate dell’epoca moderna. Si tratta di donne che attraverso i propri tatuaggi sono riuscite a dimostrare alla società di poter decidere per loro stesse. Si è trattato di un grande passo verso l’emancipazione.

1#

2#

3#

4#

5#

6#

7#

8#

9#

10#

11#

12#

13#

14#

15#

16#

17#

18#

19#

20#

21#

22#

23#

24#

25#

26#

27#

28#

29#

30#

31#

32#

33#

34#

35#

36#

37#

38#

39#

Cosa ne pensi? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano vedere queste belle foto. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button