Chris Evans realizza il sogno di un bambino e lo nomina Avenger.

Già in diverse occasioni l’attore Chris Evans ha dimostrato di essere un eroe, non solo sul grande schermo, ma anche nella vita vera. Questa volta è riuscito a realizzare il sogno di un piccolo fan che voleva fare parte del gruppo degli Avengers.

Felipe Andrés Muyshondt, meglio conosciuto come Pipe, è originario di El Salvador, America centrale, ha cinque anni e sta già affrontando una delle sue battaglie più grandi: gli è stata diagnosticata una rara forma di cancro al cervello. Per fortuna non sta lottando da solo, perché tutta la sua famiglia come l’intero gruppo degli Avengers sono al suo fianco per aiutarlo.

Nel 2015, i medici diagnosticarono il cancro a Pipe e dopo varie ricerche scoprirono che, oltre a sottoporsi ad un intervento chirurgico, il piccolo avrebbe dovuto sottoporsi anche a dei cicli di radioterapia protonica. Purtroppo, nel paese di Felipe questo trattamento non veniva effettuato e, per queto motivo, la famiglia decise di trasferirsi nella città di Huston, in Texas, di modo che il piccolo potesse ricevere le cure necessarie.

No hay palabras para agradecerles, una vez más, haber cuidado a nuestro campeón.Gracias por el cariño, gracias por la…

Posted by Gerardo Muyshondt on Tuesday, 16 April 2019

Dopo il trasferimento, Gerardo, il papà di Pipe, per aggiornare gli amici e i parenti di El Salvador sulle condizioni di salute del piccolo, decise di creare l’hashtag #TodosSomosPipe (Tutti siamo Pipe).

A Huston ci sono molte persone che si travestono da personaggi dei fumetti o dei cartoni animati (Cosplay), che dedicano il proprio tempo a rendere felici i bambini che si trovano negli ospedali. Per questo motivo Pipe si è fatto un sacco di nuovi amici, tra cui Joseph, un ragazzo che si traveste sempre da Capitan America e al quale Pipe si è particolarmente affezionato.

Vista la passione del piccolo per questo supereroe, Joseph decise di inviare un email a Chris Evans per raccontargli la storia di Felipe e per chiedergli un video che potesse tirarlo un po’ su di morale.

Nel frattempo le condizioni di Felipe si erano aggravate e i medici decisero che avrebbero dovuto operarlo di nuovo. I familiari del piccolo erano ovviamente nervosi e preoccupati nell’attesa dell’intervento, ma due sere prima, Chris Evans inviò il suo messaggio.

You, my dear friend, are the best.Eternally greatful, buddy.Hope to you see you soon!

Posted by Gerardo Muyshondt on Tuesday, 16 April 2019

“Ciao Pipe! Sono Capitan America. Come stai, amico? Ascolta, ho letto tutto su di te e voglio che tu sappia che credo che tu sia molto forte e molto coraggioso, sono molto colpito. Puoi sicuramente combattere con noi, gli Avengers. Abbiamo bisogno di qualcuno come te. Voglio che tu sappia che penso a te e apprezzo il tuo sostegno. Sii forte amico. Ciao!”

Questo è il momento in cui Pipe ha visto il video per la prima volta:

Posted by Gerardo Muyshondt on Tuesday, 16 April 2019

Dopodiché, il piccolo Felipe ha mandato un videomessaggio in risposta a Chris, nel quale dice che anche lui comincerà a combattere insieme a loro con un bastone. Poi il padre, divertito, gli chiede se non sia meglio una spada o uno scudo e il piccolo sceglie la spada e le sue pistole. Infine ringrazia Chris per avergli inviato il messaggio.

Dopo il video dell’attore, la storia di Pipe ha attirato l’attenzione di moltissimi media, tra i quali la CNN, l’ABC, Telemundo, Univisión ecc. Telemundo, dopo un’intervista alla famiglia, è riuscita, con l’aiuto di Disney, ad organizzare un incontro tra Felipe e Chris Evan proprio sul red carpet della premiere di Los Angeles.

Il padre racconta che il piccolo ha vissuto una notte magica, piena di vibrazioni positive, di bontà, di creatività e amore. “Pipe si è trasformato in un supereroe fuori casa, perché dentro lo era già, almeno per noi”, afferma Gerardo.

Inoltre, sul proprio profilo di Twitter il papà di Felipe scrive: “La morale della storia: l’amore all’interno di qualsiasi famiglia, l’innocenza dei bambini, il supporto della comunità e persone che vogliono fare del bene, possono ottenere cose enormi. Non so voi, però io ho imparato molto da Pipe e da questa esperienza. Impariamo tutti”.

Cosa ne pensi della storia del piccolo Pipe e del meraviglioso gesto di Chris Evans? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggerla. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.