In Italia esistono i “Locali per pensare”: niente TV e musica ad alto volume, ma solo relazioni personali e scambi di idee

Negli ultimi anni è sempre più difficile trovare dei locali, o dei ristoranti, nei quali non siano presenti distrazioni che rendono diffile la comunicazione con le persone che sono al nostro stesso tavolo.

Nella maggior parte degli esercizi pubblici, oltre alla musica ad alto volume, sono presenti tv o maxischermi che trasmettono video musicali o eventi sportivi, i quali sono in grado di distogliere la nostra concentrazione dai nostri stessi pensieri e dalle persone che ci circondano.

Per questo motivo, Valerio Corvisieri e Francesca Silvestri hanno deciso di dare il via ad un meraviglioso progetto che ha preso il nome di “Locali per pensare“, la cui missione è quella di creare un circuito di esercizi pubblici all’interno dei quali vi sia la possibilità di poter parlare e condividere idee.

Potrebbe interessarti Abitazioni collaborative: sempre più persone scelgono di invecchiare tra amici

Si tratta di una sorta di ritorno al passato, quando esistevano i bar letterari e le persone si incontravano per scambiarsi le proprie idee, le proprie riflessioni e le proprie passioni. Le quali, in molti casi, portarono allo sviluppo di nuove correnti di pensiero.

Ad oggi, sono già 70 le strutture che hanno aderito a questo portale e per farne parte bisogna rispettare alcuni requisiti fondamentali: niente musica ad alto volume; niente TV o maxischermi con impianti di diffusione sonora sempre in funzione; spazi per socializzare; struttura in sintonia con il territorio; spazi e tavoli dove potersi sedere per parlare.

Inoltre, è ben accetto ogni tipo di evento culturale come mostre di foto e quadri, presentazione di libri e altri strumenti che possano stimolare il pensiero.

Infine, ma non meno importante, non c’è nessuna indicazione che vieti in questi spazi l’utilizzo dello smarphone, ma se il nostro scopo è quello di poter parlare e scambiare idee, è bene metterlo da parte e prestare completa attenzione alle persone che si trovano intorno a noi.

Se sei interssato a questo tipo di esperienza, sul sito di “Locali per pensare” puoi trovare la lista completa delle strutture che hanno aderito.

Potrebbe interessarti Bevi un caffè con un amico: una delle migliori terapie del mondo

Cosa ne pensi di questa meravigliosa iniziativa? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano conoscerla. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

865 Condivisioni

Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.