Il Bhutan è il paese più felice del mondo

Il Bhutan è un paese sconosciuto ai più, ma noto soprattutto agli amanti dei francobolli. Il Bhutan è diventato famoso nella produzione di francobolli nel 1973. Per farsi conoscere a livello globale, produsse un francobollo in materiale plastico, che poteva essere usato come un disco musicale. Se posizionato su di un giradischi, riproduceva l’inno nazionale, oltre a raccontare la storia locale, spiegando e dando notizie riguardo il folclore e le tradizioni. Ma, di fatto, questa nazione asiatica non si limita a stampare francobolli con i personaggi Disney o con i paesaggi mozzafiato.

Il Bhutan è il paese più felice al mondo, dove le persone sono serene nonostante il PIL non sia quello più alto al mondo. La nazione è collocata tra le più famose Tibet ed India, tra l’Himalaya e le cascate dell’Arunachal Pradesh. Secondo le statistiche il paese è il più felice al mondo, dove non si preoccupano della ricchezza, ma curano molto la spiritualità e la salute di mente, corpo e anima.

Il Bhutan è un paese a maggioranza buddista, con un tasso di disoccupazione prossimo allo zero, dove ognuno si sostenta anche grazie a piccole attività. La sanità è del tutto gratuita proprio per tutelare la salute. Inoltre è proibito fumare sia nei luoghi aperti che chiusi ed i turisti possono portare nel paese fino a due stecche di sigarette, che però verranno tassate. L’acqua è potabile ovunque, cosa molto rara nel continente.

Tutto questo, nonostante sia un paese povero dal punto di vista economico, ma che in realtà è una vera oasi di calma e pace, costruita per essere a misura d’uomo.

Negli ultimi vent’anni, lo sviluppo ed il progresso hanno creato dei nuovi bisogni alle persone che, però, il Bhutan ha deciso di non far entrare nella realtà locale. Il paese le considera come delle sovrastrutture inutili.

Un’altra lotta viene condotta contro la ricerca della ricchezza a tutti i costi, questo stato di montagna è contro le dinamiche del lavora-produci-consuma e non accetta neppure il produci di più, o il consuma maggiormente fino ad arrivare all’esaurimento delle risorse della materia prima. Il Bhutan protegge la biodiversità e soprattutto non vuole che anche l’essere umano finisca per scomparire.

Ciò che preoccupa gli abitanti del Bhutan sono gli effetti collaterali che possono nascere dalla ricerca della ricchezza, rispetto all’equilibrio che il popolo ha raggiunto. Il tasso di povertà non è quindi visto come un problema. Anche il Dalai Lama ha deciso di appoggiare questa politica, soprattutto perché si basa su principi buddisti.

Conoscevi questo meraviglioso paese dove è la felicità delle persone che conta? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti informazioni. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.