Una bimba ha scritto un biglietto alla sua insegnante: “Un compagno di classe non ha soldi, pagherò io”

Negli ultimi tempi è sempre più difficile credere nell’umanità delle persone, perché i valori ed i principi di un tempo sembrano pian piano scomparire, tuttavia, se esiste ancora una speranza, possiamo di certo riporla nei bambini, i quali, con i loro gesti generosi ed innocenti, sanno sorprenderci ogni giorno di più.

Di fatto, il nobile gesto di una bimba di nove anni ha commosso chiunque ne sia venuto a conoscenza, poiché ha insegnato a tutti quanti il significato delle parole solidarietà ed amicizia.

Taciana Ferreira Martins è un’insegnante che lavora presso la Escola Estadual Dona Leonina Nunes Maciel, che si trova nel comune di Cruzília nello Stato del Minas Gerais, in Brasile. La donna adora la sua professione ed ogni giorno è felice ed entusiasta di poter insegnare e confrontarsi con i più piccoli, poiché sono in grado di mostrare i sentimenti più puri.

Qualche tempo fa, poco prima di Pasqua, Taciana aveva inviato un messaggio ai genitori dei propri alunni per chiedere loro un contributo per acquistare il materiale necessario per creare delle uova di Pasqua per tutti i bambini. Durante un’intervista la donna ha affermato che: “Avevamo chiesto la collaborazione da parte dei genitori, però sapevamo che non tutti avrebbero potuto partecipare all’attività proposta, poiché ci sono famiglie che, purtroppo, non hanno le possibilità economiche“.

Anita, una delle sue alunne di 4°, era consapevole che non tutti i suoi compagni avrebbero potuto dare i soldi per partecipare e, per questo, quando sua madre vide il messaggio le chiese se fosse possibile dare il contributo anche per qualcun altro. La mamma era molto felice della proposta fatta dalla propria figlia, tuttavia, Anita, essendo molto generosa ma anche molto timida, non sapeva come fare affinché i suoi compagni non venissero a conoscenza del suo gesto.

Per questo, per non spiegare di fronte alla classe il motivo dei soldi in eccesso, decise di scrivere un biglietto che inserì tra le banconote arrotolate che consegnò all’insegnante, chiedendole espressamente di leggerlo in un secondo momento. Dopo qualche ora, Taciana si ricordò del messaggio di Anita nascosto tra i soldi e dopo averlo letto non riuscì a contenersi per l’emozione.

Facebook/Taciana Ferreira Martins

Maestra, questi sono i miei 3 reais per l’attività dell’uovo di Pasqua, gli altri 3 sono per un bambino che non può pagare“.

In seguito, la maestra volle raccontare e condividere il suo gesto, anche sul proprio account di Facebook, affinché più persone possibili potessero prenderla d’esempio e, nonostante Anita si vergognasse per essere al centro dell’attenzione, dopo che i suoi genitori le spiegarono che con il suo buon cuore avrebbe potuto influenzare anche il comportamento di altri, fu felice dell’inaspettata “fama” e, ancora oggi, continua ad aiutare ed a sostenere chiunque ne abbia bisogno.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi del gesto di questa bimba generosa? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Back to top button