Hetty Green: chi era la “Strega di Wall Street” (storia)

Hetty Green, soprannominata la “Strega di Wall Street“, verso la fine del XIX secolo era la donna più ricca al mondo, ma anche la più tirchia.

Henrietta “Hetty” Howland Robinson nacque nel 1837 in Massachusetts, negli Stati Uniti, in una delle più ricche famiglie di cacciatori di balene. Quando aveva solamente due anni, a causa della malattia della madre, venne mandata a vivere con la propria zia e con il proprio nonno e, forse, proprio a causa della sua influenza e di quella di suo padre, si appassionò sin da bambina al mondo della finanza.

Wikipedia

A sei anni imparò a leggere le quotazioni di borsa, i documenti finanziari e i rapporti commerciali per suo nonno, mentre a tredici anni divenne la contabile della famiglia. Solitamente, accompagnava il proprio padre agli appuntamenti con i commercianti e questo le permise di apprendere fin dalla tenera età tutti i segreti del suo lavoro.

Nel 1860 sua madre morì e le lasciò una parte della propria eredità che consisteva in una casa del valore di 8 mila dollari (equivalenti a 241 mila nel 2021). Dopo soli cinque annni morì anche suo padre che le lasciò un patrimonio di 6 milioni di dollari (equivalenti a 106.213.000 nel 2021) e poco dopo venne a mancare anche sua zia, la quale, dopo aver donato ad enti di beneficenza metà dei suoi averi, lasciò ad Hetty tutto il resto, ovvero altri due milioni di dollari (equivalenti a 35.404.000 nel 2021).

Di fatto, era un vero e proprio genio nel fare soldi e grazie alle sue capacità nella gestione delle azioni, riuscì ben presto a farsi notare nel mondo della finanza. Investì in obbligazioni della Guerra Civile, che le pagavano un alto rendimento in oro, inoltre, comprava e vendeva azioni ferroviarie e minerarie e obbligazioni ipotecarie.

Wikipedia

Quando le si chiedeva quale fosse il segreto del suo successo rispondeva dicendo: “Compro quando le cose sono basse e nessuno le vuole. Le tengo finché non salgono e le persone impazziscono per ottenerle. Questo è, credo, il segreto di tutti gli affari di successo. Mi piace comprare azioni ferroviarie o obbligazioni ipotecarie. Quando vedo una cosa buona che va a buon mercato perché nessuno la vuole, ne compro un sacco e le tengo da parte. Comunque, prima di prendere una decisione su un investimento, cerco ogni tipo di informazione al riguardo“.

Nel 1867, all’età di 33 anni, la donna si sposò con il milionario Edward Henry Green, a cui fece firmare un documento nel quale dichiarava di rinunciare a tutti i diritti sui soldi della donna. Al principio vissero nella loro casa di Manhattan, ma in seguito si trasferirono a Londra dove ebbero due figli, Ned e Sylvia. I due rimasero sposati fino al 1885, tuttavia, anche dopo la separazione continuarono a frequentarsi ed a prendersi cura l’uno dell’altra fino a quando lui venne a mancare nel 1902.

Wikipedia

Nonostante la sua enorme ricchezza, si dice che Hetty crebbe i suoi figli in condizioni a dir poco deplorevoli, poiché, per risparmiare, non accendeva mai il riscaldamento e non usava nemmeno l’acqua calda. Indossava sempre un vestito di colore nero, il quale non veniva sostituito fino a quando non diventava troppo vecchio e logoro e, per risparmiare sul sapone, aveva incaricato la lavandaia di lavare solamente e parti più sporche, ovvero gli orli.

La donna affermò che: “Solo perché mi vesto in modo semplice e non spendo una fortuna per i miei vestiti dicono che sono intrattabile o fuori di testa“. Infatti, molto probabilmente, il soprannome di “Strega di Wall Street” le venne affibbiato proprio a causa dei suoi indumenti scuri e dal suo modo di fare inflessibile ed intransigente.

Wikipedia

Di fatto, non volendo pagare un affitto per avere un proprio ufficio, la milionaria svolgeva gran parte dei suoi affari presso gli uffici della banca in cui era depositato il suo patrimonio e, sebbene a quel tempo per una donna fosse molto pericoloso viaggiare da sola, Hetty non sembrava preoccuparsene perché con la sua vecchia carrozza era in grado di percorrere chilometri e chilometri per riscuotere anche debiti di poco valore.

Oltre agli investimenti in borsa, la donna si occupava anche di immobili e prestiti, basti pensare che in più di un’occasione prestò dei soldi alla città di New York, soprattutto durante la grossa crisi finanziaria conosciuta con il nome di “Panico dei banchieri del 1907“.

Wikipedia

Ma, causa della sua avarizia, mise a repentaglio anche la vita del proprio figlio, perché volendo trovare una clinica che curasse gratuitamente una ferita alla gamba del ragazzo, tardò troppo tempo al punto che dovettero amputargliela.

Quando i suoi figli divennero adulti e lasciarono la sua casa, la donna si trasferì più volte in piccoli appartamenti, principalmente per non pagare la tassa sulla proprietà che veniva richiesta dalla città di New York. In seguito, si trasferì a casa del figlio dove nel 1916 morì a causa di un infarto provocato da un litigio con una cameriera che riguardava il costo del latte. Di fatto, per via della sua esagerata taccagneria, Hetty è entrata a far parte del Guinnes World Record come la donna più avara del mondo.

Dopo la sua morte le sue ricchezze andarono ai suoi figli, i quali, fortunatamente, riuscirono a godersi il patrimonio della loro madre molto più di lei e, nonostante questo, Sylvia alla propria morte decise di lasciare quasi tutti i suoi averi a ospedali, scuole, chiese ed enti di beneficenza.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi della sua storia? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Back to top button