Questa mamma ha confessato di controllare i cellulari dei suoi figli: “Li pago io, sono miei”

La maggior parte dei genitori fa di tutto per proteggere i propri figli, ma, a volte, si potrebbero superare dei limiti che da molti verrebbero definiti come moralmente inaccettabili. Di recente, una madre ha suscitato una discussione piuttosto accesa sul proprio account di TikTok, dove ha affermato di controllare periodicamente gli smartphone dei suoi due figli adolescenti.

Laura Layton Muse è una donna statunitense di 41 anni che vive nella città di Greensboro, nella Carolina del Nord, insieme a suo marito e ai loro figli Cohen e Kylie, di 15 e 17 anni. Questa mamma condivide con una certa frequenza dei momenti di vita della sua famiglia sui suoi account social e, per questo, ha anche deciso di raccontare alcune regole ferree che i suoi figli dovranno rispettare fino a quando vorranno continuare a vivere sotto il suo tetto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Laura Layton Muse (@museparty)

La donna ha detto: “I telefoni li pago io, quindi, tecnicamente, sono miei. Ho tutto il diritto di esaminarli per sapere cosa fanno o con chi parlano, anche se molti mi criticano e pensano che sia irrispettoso, lo faccio solo per proteggerli“.

Come tutte le mamme ed i papà, anche Laura teme per la sicurezza dei suoi figli e, per questo, controlla periodicamente e a sorpresa i telefoni cellulari dei suoi ragazzi, poiché è convinta che così facendo possa evitare loro qualche possibile pericolo o problema, inoltre, è convinta che trascorrere troppo tempo sui telefonini possa pregiudicare le loro carriere scolastiche e, di conseguenza, il loro futuro.

Nel proprio video Laura ha affermato che, ogni sera, prima di andare a letto “confisca” i cellulari di Cohen e Kylie, affinché i due adolescenti non abbiano la tentazione di stare svegli fino a tarda notte guardando video o chattando con gli amici. Inoltre, periodicamente, controlla i dispositivi per accertarsi che al loro interno non ci sia nulla di strano.

Laura ha detto che entrambi i ragazzi hanno uno smartphone personale da quando avevano 11 anni e questa è stata una delle condizioni fondamentali per poterli utilizzare. Di fatto, non sembra che i suoi figli siano contrari a questi controlli, tuttavia, sul web c’è chi ha criticato molto aspramente il suo modo di fare.

Infatti, sebbene lo faccia per proteggerli da eventuali rischi, molti sono convinti che questa sia una vera e propria mancanza di rispetto nei confronti dei ragazzi, i quali potrebbero perdere la fiducia nei confronti della loro madre che sembra non sapere cosa sia la loro privacy.

Tra i commenti al video alcune persone hanno scritto: “L’unica cosa che dimostri è che non ti fidi affatto dei tuoi figli. Cosa dovresti insegnare loro?“, oppure “Non controllerei mai il telefono di mio figlio, a meno che non mi dia una ragione per farlo, ma soprattutto deve regnare la fiducia“. Oltre ai vari genitori che hanno voluto dire la loro opinione, anche alcuni adolescenti hanno manifestato il proprio disappunto ed uno di loro ha affermato che: “Cancello la metà delle cose dal mio telefono quando mia madre lo controlla, sai, cosi facendo i genitori perdono la nostra fiducia ogni volta di più“.

@museparty

I feel the same when I read his comment section🥴🤦🏼‍♀️ #nobigdeal #raisingteens #cohenmusey #musecrew

♬ original sound – Hannah Bate

Per vedere altre foto e video di Laura e della sua famiglia puoi seguire l’accout TikTok museparty.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

@museparty

Replying to @imtocoolforya2 who looks like who?! #loveus #familythings #musecrew #merrychristmas

♬ RATCHETIVITY – Shelby Swain

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Tu cosa ne pensi della scelta di questa madre? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Non è possibile copiare l'articolo, è protetto da copyright

error: Content is protected !!