13 utenti hanno raccontato il motivo per cui non hanno più voluto invitare determinate persone a casa loro

Non tutti amano avere degli ospiti in giro per casa e questo, solitamente, può accadere soprattutto quando queste persone hanno avuto a che fare con degli invitati piuttosto insolenti e maleducati.

Purtroppo, non tutti conoscono le buone maniere e, alla fine, non si può mai dire di conoscere perfettamente una persona fino al momento in cui non si ha la possibilità di affrontare con lei degli specifici argomenti o delle determinate situazioni. Proprio come è capitato ai seguenti utenti che hanno voluto condividere sul web le “disavventure” con i loro ospiti.

1#

Una conoscente venne a trovarmi a casa. Entrai un attimo in doccia per rinfrescarmi e sentii le ante dell’armadio chiudersi sbattendo, il che significava che stava rovistando tra le mie cose. Dopo quella volta non la lasciai mai più entrare in casa mia“. Facebook

2#

Ospitai un amico a casa mia per due settimane, affinché potesse prendersi cura del gatto mentre ero in vacanza. Quando tornai, la mia vicina mi vide e dalla porta mi chiese se fosse successo qualcosa di terribile nel mio appartamento. Entrai e rimasi sbalordita. La puzza nell’appartamento era così forte che non riesco nemmeno a descriverla. La spazzatura si era accumulata per due settimane. Disse di non sapere dove fossero i contenitori dei rifiuti, anche se erano proprio di fronte all’ingresso dell’edificio.
Il gatto fece la cacca sul pavimento perché la lettiera non era mai stata pulita. Insomma, entrai in casa con le valigie alle 7 del mattino e finii di fare le pulizie generali alle 18:00. A proposito, la casa è composta da una sola stanza“. Facebook

3#

Mia sorella mi chiese di ospitare lei e i suoi due figli per un periodo, finché non avesse trovato un lavoro e un posto dove vivere. A quel tempo vivevo in un piccolo appartamento in affitto, ma accettai comunque. Mio figlio dovette dormire con me per tutto il tempo in cui sua zia rimase con noi. Tuttavia, nonostante lo spazio fosse ristretto, pensavamo che avremmo potuto trascorrere un bel periodo tutti insieme.
Però, il tempo passava e non le veniva nemmeno in mente di fare il minimo tentativo per cambiare la sua situazione. Mentre ero al lavoro, mia sorella stava al computer tutto il giorno e mio figlio e mio nipote si occupavano di intrattenere la bambina più piccola. Tornavo a casa dal lavoro, cucinavo, pulivo, portavo i bambini a fare una passeggiata (come se non ci fosse stato nessun altro adulto in casa). Quando le chiesi: ‘Quando hai intenzione di andartene?’, ricevetti come risposta un vago: ‘Non lo so’.
Dopo due settimane le chiesi di trasferirsi. Al tempo mi sentii molto in colpa, ma se non l’avessi fatto allora, non avrebbe mai imparato a risolvere i suoi problemi. A proposito, non era la prima volta, solo che quella volta superò il limite con la mia pazienza e quella di mio figlio. Sono stata senza cuore?“. Facebook

4#

Un giorno è venuta una conoscente a casa mia e mentre stava per andarsene è caduta e ha sbattuto la spalla. Ci credete che mi ha incolpato per l’accaduto? Non le chiesto quale fosse la mia colpa, ma non mi ha parlato per un paio d’anni…“. Facebook

5#

Smisi di invitare una delle mie amiche a casa mia dopo aver scoperto che saliva con i piedi sul gabinetto del mio bagno. Non la vidi di persona, ovviamente, ma me ne accorsi perché lasciò i segni delle scarpe infangate sul sedile del water. Si era messa le scarpe prima di uscire e, a quanto pare, aveva deciso di andare velocemente in bagno“. Facebook

6#

La mia ospite fece scorrere il dito sulla segreteria telefonica, poi prese uno straccio e la pulì, lanciandomi uno sguardo di rimprovero. Non l’ho più invitata in casa mia“. Facebook

7#

Erano gli anni ’80. Eravamo una giovane famiglia composta da me, mio marito e il nostro bambino. Entrambi lavoravamo. Io amavo cucinare, per questo cercavo sempre di fare qualcosa di gustoso e di insolito. Una volta invitammo il padrino e la madrina del bimbo a cena. A quanto pare, si trovarono talmente a loro agio che iniziarono a venire tutti i giorni.
Un giorno il padrino disse scherzosamente: ‘Mia moglie non vuole cucinare, così mi dice andiamo a casa loro e mangiamo lì’. Anche se la donna non era una cuoca, avrebbero potuto fare altro, ma ogni volta che se ne andavano c’erano un mucchio di piatti sporchi da lavare. Siccome nella nostra famiglia non viene visto di buon occhio il fatto di litigare con i padrini, pensai di fare una mossa più intelligente. Quando si presentarono la volta successiva offrii loro solo una fetta di torta e del tè, dicendo che non avevo avuto il tempo di cucinare. Erano straniti, ovviamente, e persero immediatamente il buon umore. Dopo quella volta non vennero più a trovarci“. Facebook

8#

Il titolare di mio marito e la sua compagna vennero a trovarci nella nostra casa di campagna. Avevo preparato le stanze, la biancheria da letto e gli asciugamani puliti. Ma questa signora pretese per ognuno di loro un asciugamano per il viso, uno per le mani, uno per il corpo e uno per le parti intime. Inoltre, quando andai in bagno dopo di lei trovai i suoi assorbenti da buttare“. Facebook

9#

Una volta un’ospite continuò per tutto il tempo ad elogiare la nostra padella, dicendo quanto fosse bella per poterci fare i pancake. Dopo che se ne andò, non riuscimmo più a ritrovare la nostra bella padella“. Facebook

10#

Qualche tempo fa venne a trovarmi un’amica. Eravamo sedute a tavola, quando, ad un certo punto, lei si alzò e andò in un’altra stanza. Tornò dopo poco con il dito sporco di polvere e mi disse: ‘Non c’è nessuno che ti controlla?’. Che cosa? In casa mia? La mia risposta è stata: ‘Sai dov’è la porta? Ciao!‘. Facebook

11#

Una volta un’amica che viveva in un’altra città venne a trovarmi con i suoi tre bambini per due settimane. Il giorno dopo il loro arrivo, invitò dei suoi amici a trovarla a casa mia. Pochi giorni dopo decise di pulire mentre ero al lavoro. Ripulì persino il contenitorire dove c’erano i miei vestiti sporchi e buttò via tutte le cose che secondo lei ‘non erano necessarie’. Buttò anche la piccola borsa che conteneva i miei gioielli d’oro. Non guardò nemmeno cosa ci fosse dentro. Per fortuna, più tardi la ritrovai nel bidone della spazzatura.
Lavava i suoi vestiti e quelli dei bambini anche dopo una passeggiata di 5 minuti all’aria aperta, più volte al giorno. Fece persino una lavatrice con 3 paia di calzini. Quando erano in casa non metteva i pannolini a suo figlio e, per questo, capitava di trovare dei punti bagnati sul pavimento che, puntualmente, calpestavo e, dovendomi cambiare, rischiavo spesso di fare tardi al lavoro. 
Per non parlare delle briciole sul divano e sul pavimento, visto che i bambini non mangiavano a tavola, ma lo facevano correndo per casa. Non litigai con lei, ovviamente, tirai solamente un sospiro di sollievo quando se ne andarono. Tuttavia, non volli mantenere i contatti e lei non riuscì a capire il perché“. Facebook

12#

Una conoscente venne a trovarmi con sua figlia di 7 anni. La bambina mangiò un po’ di torta, poi andò alla finestra e si pulì la bocca e le mani sulla tenda. Ero scioccata. Presi la scala e dissi a sua madre di salire e di togliere la tenda. La mia conoscente lo fece, ma si offese parecchio. Non mi importa del tuo rancore! Devi educare i tuoi figli“. Facebook

13#

Un’amica di mia figlia ci chiese il permesso di restare a casa nostra fino alla fine del mese. Le dissi di sì, ma poi me ne pentii amaramente. Aveva l’abitudine di non lavare i piatti dopo averli usati e me ne accorsi dopo una settimana, quando non trovai alcuni piatti e tazze. Trovavo piatti sporchi in diversi punti della cucina.
Questa ragazza lavorava, ma non comprò mai niente per contribuire in casa. Mangiava il nostro cibo come se fosse suo. Tale insolenza mi scoraggiò. Il periodo concordato passò, ma lei non sembrava avere alcuna intenzione di andarsene. Mi ritrovai costretta a dirglielo. Dissi a mia figlia che sarebbe stata l’ultima volta. Nemmeno lei era felice“. Facebook

Per fortuna non tutte le persone sono tanto maleducate, di fatto, esistono anche gli ospiti ideali e di seguito puoi trovarne due esempi:

14#

Conosco la mia migliore amica dall’infanzia. Le nostre famiglie sono molto legate, forse ancora di più che con certi parenti. Una volta, ci invitarono a festeggiare da loro il capodanno e, alla fine, ci lasciarono nel loro appartamento per la notte, mentre loro andarono a dormire al piano di sopra dai loro genitori.
Al mattino rientrarono in casa e rimasero sbalorditi. Il marito della mia amica disse: “Venite a trovarci più spesso!” Avevamo lavato i piatti, passato l’aspirapolvere, rifatto il letto, ecc. L’appartamento era perfettamente pulito. È normale: rispettiamo noi stessi e i nostri amici. E questa dovrebbe essere la regola per tutti“. Facebook

15#

Molti anni fa, una mia amica che viveva in un’altra città venne a trovarmi con suo marito. Lui rimase con noi solo per una settimana e poi dovette andare in Germania per 3 mesi. Durante quella settimana l’uomo aiutò molto mio marito in casa, controllò tutti gli elettrodomestici e sistemò le cose che dovevano essere sistemate. Quando se ne andò, la mia amica rimase ancora un po’ con noi. Mi aiutò in tutto, senza nemmeno chiedermi se ne avessi bisogno. E che prelibatezze cucinava! Auguro a tutti questo tipo di ospiti“. Facebook

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Ti è mai capitato di avere a che fare con un ospite maleducato? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Non è possibile copiare l'articolo, è protetto da copyright

error: Content is protected !!