Il malumore nei bambini è sintomo di intelligenza

Qualche tempo fa è stato condotto uno studio sullo stato d’animo delle persone, soprattutto su quello dei bambini. La ricerca è stata realizzata dall’Università del New South Wales in Australia ed ha dimostrato che il malumore è un segnale di intelligenza.

Questi studi sono stati basati principalmente sui bambini e si può facilmente dedurre che i piccoli che fanno il broncio per la maggior parte del tempo, possono portare dei brutti mal di testa ai propri genitori in quanto non è sicuramente una caratteristica facile da affrontare; tuttavia, fino ad ora non potevamo nemmeno sospettare che dietro a tutto questo cattivo umore si nascondesse…un genio!

Per effettuare questo studio è stato necessario coinvolgere un gran numero di persone, alcune di loro cercavano di far divertire i bambini, altre invece cercavano di manipolare il loro stato d’animo. Per fare questo, è stato necessario far visionare ai piccoli alcuni film di modo che potessero soffermarsi a pensare sia sugli aspetti positivi che su quelli negativi della loro vita.

Queste sono state le conclusioni:

1.Le persone scontrose, compresi i bambini, processano meglio le informazioni durante le situazioni complicate che si ritrovano ad affrontare e sanno trovare soluzioni migliori.
2.Gli stati di disagio aumentano la memoria.
3.Il malumore stimola la capacità di argomentazione, mentre i bambini ottimisti hanno più facilità a cooperare ed a creare.
4.La tristezza ed il malumore migliorano la capacità di giudicare le altre persone.

I bambini che hanno un temperamento difficile non devono essere malvisti, ricordiamo che alcune tappe potranno essere molto complicate per loro e che tutto questo fa parte della loro crescita. Più cresceranno, più metteranno in discussione tutto, tutto ciò che li circonda, inclusi i più piccoli dettagli o le azioni di qualcuno. Le domande, senza dubbio, sono sempre positive, per questo è necessario che il bambino ottenga sempre le risposte che cerca e che stimoli il suo pensiero critico.

Nel caso in cui il suo comportamento risulti difficile,
di seguito si possono trovare alcuni suggerimenti:

1.Ricordiamo che si predica con gli esempi, cerchiamo di moderare il nostro carattere nelle situazioni quotidiane ed abituali; i bambini osservano tutto ed adottano le abitudini degli adulti.

2.Insegnagli ad adattarsi alle situazioni o alle persone che fanno alterare il suo temperamento.

3.Quando il bambino scoppia, chiedigli gentilmente di andare in camera sua e digli che solo quando vorrà parlare tranquillamente potrà uscire.

4.Insegnagli ad esprimere le proprie emozioni con le parole e non colpendo le cose o con le grida.

In conclusione, se il tuo piccolo ha un temperamento forte, è molto probabile che saprà prendere le migliori decisioni quando si troverà in situazioni difficili e sarà anche più critico ed analitico di un bambino con un carattere più docile.

Potrebbe interessarti:
Back to top button
Curiosando si impara

GRATIS
VISUALIZZA