L’amore non muore mai dalla sera alla mattina

L’amore non muore mai… affermano alcuni, ma di fatto ho assistito fino alla sepoltura delle relazioni di molti di questi. Chiaramente, esiste l’amore incondizionato, si può provare per i figli, alcune volte per i genitori e si tratta di un amore che non dipende dal ricevere, che si alimenta con il solo fatto di dare. Però, la maggior parte delle relazioni di coppia richiede questo punto di equilibrio per rimanere stabile, per costruire questo amore, per coltivarlo.

Non si tratta di fare per ricevere qualcosa in cambio, è come quando si perde l’equilibrio, come quando la costruzione viene realizzata da un solo lato e tende a cadere. Per formare una relazione sono necessarie due persone, ma per terminarla ne basta una. Se uno dei due decide di lasciare, molte volte è sufficiente perché tutto possa finire.

Per questo è molto importante remare nella stessa direzione, fino al momento in cui uno dei due inizia a remare più forte, o a prendersi delle pause. Questo non deve mai durare per troppo tempo, bisogna prendersi cura dei dettagli e non dimenticare mai che si sta cercando di creare qualcosa insieme.

Quando affrontiamo una rottura, o quando vediamo delle coppie che, apparentemente, si separano tutto ad un tratto, è necessario capire che l’amore non è morto di un improvviso attacco di cuore, bensì di una malattia che lentamente lo ha consumato. Quando si rivelano i primi sintomi, è necessario aumentare le dosi di energia, attenzione, distrazioni e amore, è necessario proporzionare un adeguato trattamento, altrimenti lo possiamo lasciare morire per omissione di cure.

Le disillusioni, le delusioni, il disinteresse, l’egoismo, i tradimenti, la mancanza di considerazione, la mancanza di empatia, le gelosie e l’autoritarismo, sono i migliori acceleratori della morte dell’amore. Inoltre, queste caratteristiche contribuiscono al desiderio della sua morte ed alla sostituzione in fase terminale, dove il lutto è già presente, ma ancora nella sua fase inerte.

L’amore non deve essere per sempre ed i finali non devono essere per forza deprimenti. Si può mettere fine ad una relazione prima che tutto il bello svanisca, cercando di cambiare il tipo di amore con uno che possiamo vivere in una maniera più indipendente, con uno che possiamo definire come una buona esperienza di vita.

Se ci interessa l’amore dobbiamo prendercene cura in ogni momento, se notiamo delle mancanze interveniamo in tempo e se pensiamo che non ci sia più nulla che possiamo fare per recuperare, lasciamolo andare con tutta la bontà che abbiamo nel nostro cuore, senza rancori ne risentimenti. L’amore può farci solo cresce e per questo dovremmo essere grati.

Potrebbe interessarti:
Back to top button