Una donna viene portata all’ospedale per morire. Ma poi dice qualcosa e l’ambulanza cambia strada all’istante

Una donna molto malata si trovava in ambulanza per essere trasportata in una clinica dove avrebbe ricevuto delle cure paliative fino all’arrivo la propria morte.

Tuttavia, la donna ha pronunciato sei parole, le quali hanno fatto si che il conducente dell’ambulanza cambiasse strada immediatamente…

La commovente foto sta facendo il giro del mondo. Il servizio di ambulanze di Queensland stava trasportando la donna malata in un ospedale vicino, di modo che potesse ricevere le cure paliative e che potesse trascorrerre all’interno della struttura i suoi ultimi giorni di vita.

Ma durante il perscorso lei ha detto qualcosa al conducente dell’ambulanza che gli ha fatto cambiare direzione.

Vedere il mare per l’ultima volta

La donna ha detto che il suo ultimo desiderio era quello di poter vedere il mare per un’ultima volta. Così, il conducente ha preso una scorciatoia per raggiungere Hervey Bay, una località che si trova sulla costa ovest dell’Australia.

Lacrime ed emozione

Una volta raggiunto il posto, il personale presente sull’ambulanza ha portato la donna in spiaggia, di modo che potesse vedere il mare da vicino.

Facebook / Queensland Ambulance Service

“È scoppiata in lacrime e si vedeva che era molto felice”, ha scritto il personale dell’ambulanza in un post su Facebook.

“Alcune volte non sono i farmaci, la formazione o l’abilità, alcune volte tutto ciò di cui si ha bisogno è l’empatia per renedere il mondo un luogo migliore dove vivere”.

Ora, i conducenti di questa ambulanza vengono applauditi da tutto il mondo per questa comovente immagine e per aver esaudito il sogno di una donna durante i suoi ultimi giorni di vita.

Il nostro cuore si è riempito di gioia nel vedere questa foto. Vogliamo fare i nostri complimenti al personale di quest’ambulanza per il bellissimo gesto.

Tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questa storia con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosansdo si impara.

Back to top button