Extraterrestri e Ufo in Italia: 8 avvistamenti recenti, ecco dove e come segnalarne altri

C’è vita oltre la Terra? E’ la domanda che da tanti secoli l’uomo si pone, senza mai trovare una risposta che possa essere considerata oggettivamente attendibile.

Nel corso della storia umana non sono mancati gli avvistamenti di qualcosa che potesse sfuggire alla conoscenza ed essere considerato sovrannaturale.

Convenzionalmente si è scelto il termine ufo (acronimo dell’espressione inglese Unidentified Flying Object) per identificare degli oggetti volanti non identificati che siano stati avvistati nei nostri cieli.

E non è mai stato possibile determinare se si sia trattato di dicerie tramandate o di qualcosa reale e tangibile.

Nel frattempo, però, c’è chi ha scelto di attivarsi per raccogliere quante più informazioni possibili in merito. Che si tratti di una luce sovrannaturale o appunto di un disco volante non fa differenza. Oggi sul web è possibile rintracciare una raccolta analitica di tutto ciò che l’uomo ha potuto vedere con i suoi occhi.

Dove? Attraverso un sito che si chiama Ufo Stalker è possibile, infatti, avere contezza di dove avvengono le visioni di fenomeni che, in un certo senso, possono essere definiti paranormali.

E i numeri appaiono davvero spaventosi, dato che sarebbero stati segnalati quasi ottacinquemila casi sospetti con una crescita che continua a rivelarsi esponenziale.

Il dato, infatti, ha fatto segnare un +12% nel solo 2016.

E in Italia sono otto i casi di Ufo che sarebbero stati avvistati nel solo 2017. Fa particolarmente effetto vedere lo stivale italiano con i segnaposto che segnano in maniera dettagliata la posizione di dove il fenomeno si sarebbe verificato.

Nell’anno che sta per concludersi gli avvistamenti sarebbero avvenuti in varie zone del Bel Paese: a Roma e a Milano, passando per Trepuzzi in Puglia, Arona in Piemonte, Albano Laziale, Sesto Fiorentino, Mareno di Piave in Veneto.

La descrizione in molti casi risulta minuziosa. I riscontri sono determinati da testimonianze che raccontano di Ufo rotanti attorno al proprio asse o addirittura da fotografie che segnalano la presenza di oggetti misteriosi all’interno di scatti che, almeno in teoria, non avrebbero dovuto contemplarli.

Come spesso accade in questi casi la strategia giusta è lasciare alla sensibilità di ognuno la libertà di credere o meno ad un qualcosa che non può essere dimostrata in maniera oggettiva.

Risulta, comunque, suggestivo pensare che oggi esista una mappa del pianeta Terra attraverso cui poter ricavare tutti i punti dove potenzialmente potrebbe essere stato avvistato un Ufo. I più temerari potrebbero cimentarsi in una ricostruzione fantascientifica dei movimenti e persino in una strategia da parte di chi vive in una dimensione che non ci appartiene e risulta sconosciuta persino alla scienza.

E tu cosa ne pensi? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere queste informazioni con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Condivisioni 309

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *