La scienza conferma che i cani possono riconoscere le persone cattive

Al mondo ci sono miliardi di uomini e di donne. Non tutti sono animati da buoni sentimenti, dato che di malintenzionati se ne sente parlare ogni giorno.

Anche se, a volte, più che degli estranei c’è il rischio che il peggio ce lo si possa trovare attorno, con gente di cui si credeva ci si potesse fidare e che invece si rivela tutt’altro.

“Le persone non cambiano, si rivelano“. David Lynch non avrebbe potuto interpretare meglio il concetto e per scoprire cosa c’è sotto la maschera che ogni uomo indossa bisogna affidarsi a chi di, umano, almeno in teoria avrebbe poco.

Già, perchè uno studio condotto dall’università di Hokkaido, in Giappone, avrebbe scoperto che l’olfatto dei cani sarebbe in grado di capire quali sono le intenzioni di una persona.

Innanzitutto, a quanto pare, ci sarebbero razze più affidabili di altre, ma esisterebbe un motivo preciso per il quale alcuni esponenti canini abbaino apparentemente senza motivo di fronte a dei perfetti sconosciuti.

I cani, secondo i test effettuati, difficilmente avrebbero abbaiato nei confronti di persone gentili, mentre avrebbero scatenato le loro “voci” contro chi nascondeva un animo sleale.

Una delle situazioni studiate risultava piuttosto chiara: un soggetto veniva messo in possesso di un contenitore da aprire e a lui si affiancava un’altra persona. In un caso questo secondo protagonista aiutava l’altro, nell’altro negava il suo aiuto.  Manco a dirlo il cane abbaiava solo nel secondo caso ed in direzione di chi si disinteressava di aiutare l’altro.

L’ “esame”, tra l’altro, veniva effettuato in un secondo momento. Dopo che ogni cane assisteva alle due vicende, tutti e quattro i protagonisti del test venivano messi di fronte all’esaminatore canino. La positività nell’atteggiamento del quadrupede veniva riscontrata solo verso i protagonisti del primo caso.

La conclusione degli esperti ha portato a dire che il “sesto senso” dei cani riuscirebbe a scrutare la capacità delle persone di essere solidali. Ed anzi avrebbero la capacità di giudicare gli esseri umani in base ai loro comportamenti.

La dottoressa Pineda, dell’Università Complutense di Madrid, inoltre ha sottolineato quanto i cani siano empatici.
La loro capacità di interpretare il linguaggio del corpo degli uomini è stata comprovata ed attraverso questa sono in grado di distinguere quando si è arrabbiati, felici o se si sta male.

Persino il tono di voce o l’odore risultano a loro diversi a seconda di quella che è la situazione che si vive. E non si tratterebbe di sensazioni “umorali” o dettate dal momento, ma dalla capacità di immagazzinare le informazioni nel lungo periodo.

Anche il tuo cane ti ha messo in guardia su persone da cui dovevi stare alla larga? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere queste informazioni con i tuoi amici e di appoggiarci con un Like sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Back to top button