Un’adolescente muore mentre dorme. L’autopsia rivela la terribile causa della sua morte

La telefonia mobile ha letteralmente rivoluzionato il mondo intero, anni fa il cellulare si utilizzava solamente per telefonare o per inviare messaggi, mentre ora la maggior parte delle persone ha tutta la propria vita conservata all’interno di uno smartphone.

Abbiamo l’agenda, la macchina fotografica, la rubrica, le notizie, ecc. Tutto si muove grazie a questo piccolo oggetto. Non sorprende il fatto che i cellulari abbiano in pugno le nostre vite e dimenticarlo a casa anche solo per un giorno è una cosa assolutamente impensabile.

Il cellulare è la prima cosa che cerchiamo appena ci svegliamo e l’ultima che posiamo prima di addormentarci.

Questa è la storia di una ragazza che viveva precisamente così. Aveva sempre il proprio smartphone con sé, anche quando andava a dormire, fino a che una notte questa abitudine ha portato a delle conseguenze tremende.

Daily Mail

Le Thi Xoan aveva quattordici anni, quando una mattina sua madre la chiamò diverse volte per svegliarla. Nonostante i vari tentativi la donna non ricevette alcuna risposta, così decise di andare direttamente nella stanza della figlia e, disgraziatamente, trovò la ragazza a letto priva di sensi.

I genitori la portarono immediatamente in ospedale, ma quando arrivarono i medici non poterono fare nulla se non constatare che oramai era troppo tardi e che la figlia era già morta.

I genitori avevano il cuore a pezzi e non riuscivano a capire cosa le fosse accaduto, perchè la sera prima la ragazza stava bene.

Quando scoprirono la causa del decesso rimasero scioccati

L’autopsia dimostrò che la ragazza aveva perso la vita a causa di una scarica elettrica, secondo quando scritto dal quotidiano brittanico Daily Mail.

Tuttavia, i genitori continuavano a non capire. In casa non c’era nulla di strano che potesse causare una cossa del genere, ma quando sollevarono la trapunta del letto di Le Thi scoprirono la verità.

Sotto le coperte c’era il caricabatterie del telefono della ragazza. Il cavo era collegato sia alla corrente elettrica che al telefono, ma quest’ultimo non si stava ricaricando, questo perché il filo presentava delle bruciature.

Secondo i genitori della ragazza, tutti i loro figli avevano l’abitudine di ricaricare il cellulare di notte.

La polizia di Hanoi ha confermato il ritrovamento di un caricabatterie bruciato nel letto di Le Thi. Inoltre, il cavo aveva la protezione di gomma danneggiata, la quale era stata riparata alla meglio con del nastro adesivo.

Daily Mail

Il rapporto della polizia indica che Le Thi stava, come sempre, ricaricando il telefono con il caricabatterie e si è addormentata. Sfortunatamente, durante la notte ha ricevuto una scarica elettrica talmente forte da farle perdere la vita.

Ricaricare un telefono con un caricabatterie danneggiato è molto pericoloso.

È sempre meglio non correre rischi. Non dormire con il cellulare nel letto e sbarazzati dei caricabatterie che oramai sono danneggiati, inoltre per una maggiore sicurezza è bene utilizzare prodotti ed accessori originali.

Cosa ne pensi? Lasciaci un commento e condividi questa storia con i tuoi amici di modo che nessuno possa più sottovalutare questo grande pericolo.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

799 Condivisioni

Cosa ne pensi?


<
>