Un’adolescente vittima di bullismo non ha il coraggio di andare al ballo della scuola. Poi 120 motociclisti bussano alla sua porta

Molti studenti di altri paesi attendono il ballo di fine anno scolastico con impazienza, in quanto segna la fine dei corsi e l’inizio delle vacanze estive. Si tratta di un momento molto eccitante che richiede preparazione: bisogna trovare un accompagnatore, un abito, i fiori ed organizzare tutti gli altri dettagli.

Shannon Purcifer è una studentessa inglese che non vedeva l’ora di partecipare a questa grande festa. Ma, sfortunatamente, la ragazza di 16 anni dell’Hampshire non è riuscita ad andarci dopo che dei bulli l’hanno presa di mira rovinando così il suo sogno.

https://www.facebook.com/claire.p.brittain/posts/10155700927577223

Per Shannon, la festa di fine anno rappresentava un bel finale per la chiusura di un ciclo scolastico; l’anno successivo avrebbe finalmente frequentato il college ed avrebbe cominciato un nuovo percorso di vita. Gli anni appena trascorsi furono molto duri per lei. La ragazza soffre di diverse patologie tra le quali: artrite reumatoide, colite ulcerosa (infiammazione cronica intestinale) ed, inoltre, è celiaca.

Shannon scelse il proprio abito mesi prima del ballo, ma quando arrivò il grande giorno preferì rimanere a casa.

I compagni di scuola la presero talmente tanto in giro per via delle sue malattie che decise di non volere più andare al ballo.

Quesa decisione portò Claire Carstens, la madre di Shannon, a scrivere il proprio disappunto su Facebook:

“Se Shannon fosse andata al ballo di stasera avrebbe indossato questo bel vestito. Grazie ai bulli cattivi, Shannon ha deciso di non andare per non volersi mescolare con quella feccia che l’ha fatta sentire tanto triste. Per una ragazza che ha dovuto affrontare tante difficoltà nella vita… Celiaca, con colite ulcerosa ed artrite reumatoide, è una giovane donna molto forte e con una mente ancora più forte. Ti amo ragazza!”

Il post della mamma di Shannon è stato visto da moltissime persone e, ben presto, amici, conoscenti ed anche sconosciuti hanno cominciato a dare sostegno alla ragazza. L’idea era quella di organizzare un ballo speciale per Shannon, dove amici e conoscenti avrebbero potuto festeggiare insieme a lei.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10155801337137223&set=a.10151019016422223.484968.540417222&type=3&theater

“Non significa parlare male della scuola, ma di fatto l’istituto dovrebbe davvero risolvere il problema del bullismo nel momento in cui ne viene a conoscenza. Questo per dimostrare a tutti questi sgradevoli bulli che non possono vincere ed anche per provare a tutte le vittime di bullismo che c’è una luce in fondo al tunnel”, afferma la mamma di Shannon.

La festa di fine anno privata di Shannon ha avuto luogo nel St. Vincent College ed è stata un grande successo. Al principio, 120 motociclisti di un circolo della zona, il Gosport Scooter Club, si sono presentati a casa di Shannon. Volevano dimostrarle tutto il loro appoggio scortandola alla festa.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10155801292547223&set=pb.540417222.-2207520000.1519661968.&type=3&theater

Poi, alla festa hanno partecipato più di 100 persone, tra amici ed estranei. Insieme, hanno organizzato un’elegante festa con buffet e tanta musica. È stata una serata indimenticabile.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10155801875882223&set=pb.540417222.-2207520000.1519661884.&type=3&theater

Il bullismo può colpire chiunque e, sfortunatamente, Shannon non è l’unica che lo ha vissuto sulla propria pelle. Questa storia però ci dimostra che il bene prevale sempre e che anche i bulli possono perdere.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10155801296297223&set=pb.540417222.-2207520000.1519661887.&type=3&theater

Cosa ne pensi del gesto di queste persone nei confronti di Shannon? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere con i tuoi amici perché sempre più persone posano essere consapevoli del fatto che la piaga delle molestie e del bullismo si può combattere.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button