3 adolescenti ‘bullizzano’ un bambino al parco, la reazione di chi assiste alla scena è sorprendente

Essere genitori è sicuramente una gioia ed un privilegio. A volte, però, può anche essere motivo di ansie e d’angoscia. Ed il motivo di ciò è abbastanza facile trovarlo in intere pagine di cronaca che, al giorno d’oggi, raccontano di bambini e bambine che finiscono per essere vittima dei così detti “bulli”.

Spesso si tratta di compagni di classe o di ragazzi poco più grandi che fanno valere la propria personalità con metodi che finiscono anche per sconfinare nella violenza, sfruttando la debolezza di altri, incapaci di reagire, ribellarsi o manifestare il grido d’allarme ai propri genitori.

I timori crescono e naturalmente anche le produzioni televisive e giornalistiche che mirano a spostare il più possibile il focus su un problema che, nel tempo, rischia di diventare esponenziale. Ammesso che non lo sia già.

Matthew Bandeira, noto Youtuber, ha voluto praticare un interessante esperimento sociale. La sua idea è stata quella di provvedere al reclutamento di tre giovani adolescenti e di un bambino più piccolo, inscenando un vero e proprio episodio di bullismo. Il tutto si è svolto in uno scenario tipico: al parco e sotto gli occhi di tre protagonisti diversi scelti in maniera casuale e inconsapevole.

Nella prima scena i finti bulli prendono lo zaino della vittima e lo gettano via lontano, poi gli rubano il pallone. A partecipare alla vicenda è una madre che sta guardando i suoi bambini giocare, la quale non di disinteressa della vicenda, ma anzi va verso i ragazzi più grandi e prova a farli ragionare.

Reazione analoga, ma non uguale è quella di un’altra donna che al parco se ne sta con il suo smartphone. Si alza dalla panchina, mentre i più grandi si prendono gioco del piccolo e, a muso duro, li invita a lasciarlo solo.


Ancora più rude è invece il comportamento dell’uomo col computer nella terza serie che, sfruttando anche la sua importante fisicità, prova a dare una lezione morale attraverso parole forti a chi si prende gioco dei più piccoli.

La morale dell’esperimento che, tra l’altro trova traccia nelle testimonianze dei protagonisti a conclusione del video che vi proponiamo di seguito, è che non bisogna mai sottovalutare il pericolo di un possibile caso di bullismo, perchè a volte si può perfino sforare nel dramma.

E tu come avresti reagito? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere questo importante esperimento sociale con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button