4 chiavi per ripulire il tuo passato emotivo

La nostra mente ha due componenti: la coscienza ed il subconscio. La prima è quella che rimane attiva per tutto il tempo che siamo svegli. Ci permette di pensare, analizzare le informazioni e trarre conclusioni.

Nel frattempo, il subconscio riposa proprio sotto al pensiero cosciente e sembra non essere nemmeno lì. Tuttavia, è sempre attivo e funziona gestendo le azioni meccaniche. Il subconscio, per esempio, gestisce le funzioni vitali: nessuno potrebbe essere consapevole di ogni cellula del proprio corpo per tutto il tempo.

Inoltre, il subconscio dirige le nostre azioni secondo alle idee prestabilite, a modelli concreti, per risparmiare gli sforzi. Le abitudini, per esempio, sono memorizzate nel subconscio. Per questo, ciò che si trasforma in un’abitudine smette di essere un qualcosa di difficile da realizzare: semplicemente, “viene fuori da solo”.

Il problema è che quegli schemi che vengono fissati dal nostro subconscio determinano anche l’immagine che abbiamo di  noi stessi. Questa immagine si crea nei primi 4 anni di vita ed è molto difficile da modificare.

La sofferenza è passato ed il passato non esiste

La vita ci riserva molte situazioni dolorose, le quali sono impossibili da evitare. Le perdite, gli addii, le malattie… Ci saranno sempre dei momenti di dolore nella nostra vita.

Però la sofferenza è un’altra cosa. La sofferenza è ciò che diventa parte di noi per la nostra incapacità di affrontare il dolore. Al posto di far fronte alle circostanze dolorose della nostra vita, le nascondiamo: però queste ritornano ad apparire ancora ed ancora sotto forme differenti.

Così che la sofferenza non è reale. Il passato non esiste e la sofferenza proviene dal passato. In questo modo, il nostro passato continua a condizionare il nostro presente.

Ogni volta che reagisci in modo ricorrente ad una situazione difficile, stai rispondendo con le idee del passato. Idee marcate a fuoco nel tuo subconscio che quasi non riesci nemmeno a ricordare, però sono lì. Condizionano il tuo comportamento.

L’unico modo per andare avanti e cambiare la tua vita, è quello di rivedere il tuo passato emotivo e scoprire cosa ti porta ad agire così. Ripulire il passato è il modo migliore per affrontare il futuro con forza e determinazione.

Esercizi per ripulire il tuo passato emotivo

Esistono degli esercizi che possono aiutarti a ripulire le tue emozioni subconscie per riuscire così ad andare avanti. Questi quattro potrebbero esserti utili. Però, prima di tutto, dovresti avere in mente alcuni di quei modelli che vorresti cambiare. Identificarli è il primo passo necessario per cominciare a guarire.

1# Mente curiosa

Il primo esercizio consiste nel guardare con curiosità questo modello di comportamento subconscio che ti sta bloccando.

Per questo, la prima cosa che devi fare è quella di cercare un luogo comodo e rilassante dove poterti sedere. Cerca di entrare in uno stato di rilassamento: prova a ricorrere a dei respiri profondi.

Quindi, fai attenzione alla carica emotiva del tuo corpo in relazione all’area della tua vita che vuoi guarire. Può essere rabbia in testa, pressione al petto, tensione a livello dello stomaco, ecc. Se non arriva immediatamanete, immagina cosa accadrebbe se ti trovassi in una determinata situazione (l’immaginazione ha potere, non dimenticarlo).

Se appaiono molti pensieri rumorosi nella tua testa, lasciali stare. Non prestare loro attenzione.

Al contrario, focalizza la tua attenzione verso quei sentimenti di cui ti vuoi liberare. Guardali da ogni lato, come se fossero un qualcosa di completamente nuovo. Potrebbe succedere che queste emozioni ti debilitino o ti facciano sentire nervoso.

Ogni persona lo vive in modo diverso, ma l’unica cosa importante è che cerchi di mantenerti concentrato per scoprire ciò che sta accadendo. Osserva e scopri queste emozioni fino a che non scompaiono del tutto.

Una volta che se ne andranno.. Non torneranno! Perché le avrai affrontate in modo diretto.

2# Oggetto sacro

Non tutti possono sostenere con facilità l’esercizio precedente. Alcune persone, nell’affrontare questo pesante fardello emotivo, finiscono per soccombere ad esso. Invece di affrontarlo, finiscono per esserne angosciate.

Se credi che potrebbe accadere proprio a te, puoi provare con questo: un oggetto sacro che venga in tuo aiuto.

Mentre ti trovi in questo stato di rilassamento, affrontando questo modello di comportamento del tuo subconscio, immagina un bel fiore o qualche oggetto sacro che incombe sopra di te. Deve essere grande e potente e devi sentire la sua presenza; così come i suoi poteri curativi.

A questo punto non devi fare nulla.

Lascia che l’oggetto sacro lavori per te, eliminando ciò che hai bisogno di sradicare dalla tua mente.

3# Auto perdono

Un altro esercizio molto potente che puoi provare è il seguente.

Entra in uno stato meditativo. Immagina di retrocedere nel tempo, appena prima del tuo concepimento. Non hai un corpo e sei niente altro che energia. Sei sul punto di essere concepito con un atto d’amore incondizionato ed assoluto tra due persone che solo l’incarnazione di questo amore.

Immergiti profondamente in questa esperienza. Ora stai crescendo nell’utero ed il tuo arrivo è tremendamente atteso da tutti. Le persone sono emozionate per il tuo arrivo in questo mondo.

Immagina che sei nato tra le braccia di due genitori perfetti. Puoi anche inventarli, oppure potrebbe essere qualcuno che conosci. Senti l’amore che provano nei tuoi confronti.

Ora, immagina che questi genitori perfetti ti guardino negli occhi e ti dicano con il cuore: “Non è colpa tua. Niente è accaduto per colpa tua”. Immergiti completamente in questa esperienza. Non solo attraverso le parole, ma con l’impatto di quell’amore incondizionato nella tua mente.

Non prenderlo alla leggera, perché realmente può generare un cambiamento nella tua mente.

niserin / 123RF Archivio Fotografico

4# Perdono

Questa volta, pensa a qualcuno che hai bisogno di perdonare. Potrebbero essere i tuoi genitori o qualsiasi altra persona del tuo passato. Questo esercizio serve per eliminare il rancore dalla tua vita. Una volta che ce l’avrai fatta, sarai guarito.

Pensa a questa persona che devi perdonare e prova a sentire che tipo di carica emotiva genera in te. Ora, immaginati da solo in qualche posto: un bosco, una spiaggia, o dove vuoi. Visualizza un bambino che cammina verso di te.

Questo bambino rappresenta la persona che devi perdonare. È vulnerabile ed innocente: anche lui è in balia della vita.

Prendi il bambino in braccio e digli le stesse cose che ti sei detto nell’esercizio precedente: “Non è colpa tua”. Senti profondamente queste parole dentro di te, fino a che il bambino non scompare nel cosmo.

Cosa ne pensi di questi 4 esercizi? Lasciaci un commento e non dimenticare di condividere queste informazioni con i tuoi amici.

Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Back to top button