Il marito muore per una puntura comune, ora la vedova condivide l’avvertimento dopo un grande errore medico

Perdere una persona amata non è per niente facile e, probabilmente, è ancora più doloroso quando questo accade come risultato di un qualcosa che si sarebbe potuto evitare.

Crissy Naticchia ha dovuto dire addio al proprio sposo Jeff dopo 23 anni di matrimonio ed il motivo è veramente terribile. L’uomo è deceduto a causa di complicazioni che si sono sviluppate dopo che un insetto lo ha punto.

Crissy ha voluto rendere pubblica la propria storia, con la speranza di creare consapevolezza sulla pericolosa infezione che ha messo fine alla vita dell’amato marito Jeff.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10215552047452231&set=ecnf.1171144740&type=3&theater

La donna ha descritto la sensazione di vuoto e di disperazione che lei e la propria famiglia hanno provato dopo la morte di Jeff.

“Mio figlio, un ragazzo che ora frequenta la scuola superiore, non ha un padre che gli possa insegnare a guidare, con cui possa parlare su come comportarsi con le ragazze, che possa aiutarlo a scegliere la migliore università e che non potrà nemmeno vederlo raggiungere tutti questi traguardi”, racconta Crissy al Daily Mail.

E continua: “Mio marito era un uomo che si dedicava molto alla propria famiglia, ha fatto tutto per noi, incondizionatamente; e noi, abbiamo dato per scontato tutto questo come fa la maggior parte delle persone. Ora che lui non è qui, ci sentiamo persi, spaventati e soli”.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10214864547305157&set=ecnf.1171144740&type=3&theater

Prima di morire, Jeff stava lavorando molto duramente per migliorare la propria forma fisica. Crissy ha affermato che l’uomo ha investito un sacco di tempo per avere una salute migliore e per perdere peso.

Durante tutti gli anni di matrimonio, si era ammalato solamente due volte. Tuttavia, un giorno gli è venuta la febbre dopo essere stato punto da un insetto che è risultato essere una zecca.

Potrebbe interessarti anche “La malattia di Lyme. Il mostro invisibile che tutti dovrebbero conoscere…

Crissy si era resa subito conto che c’era qualcosa che non andava. Jeff sudava molto più del normale ed i suoi vestiti erano bagnati di sudore. La donna doveva cambiare frequentemente le lenzuola del letto perché anche quelle erano inumidite dal sudore.

Dopo alcuni giorni, riuscirono a convincere Jeff a recarsi al pronto soccorso, dove gli diagnosticarono un’infezione renale e gli somministrarono degli antibiotici. Sfortunatamente, questo errore nella diagnosi gli è costato la vita.

Ben presto, la malattia ha preso il controllo del suo corpo ed in sole 12 ore è passato dal saper ridere e scherzare, ad un reparto di terapia intensiva collegato a delle macchine per poter rimanere in vita.

I medici sono riusciti a scoprire la malattia dell’uomo dopo due giorni. Ma, nel momento in cui se ne sono resi conto era ormai troppo tardi.

Malattia sconosciuta

Jeff aveva contratto la Babesiosi, una malattia che viene trasmessa dalle zecche e che attacca i globuli rossi. Il più delle volte colpisce gli animali domestici ed il bestiame, sebbene possa anche essere fatale per l’uomo.

Negli Stati Uniti, negli ultimi anni, si è verificato un aumento dei casi di Babesiosi. Sfortunatamente, Jeff era affetto da asplenia, ovvero un’insufficienza funzionale della milza e questo ha fatto in modo che la malattia si diffondesse più rapidamente all’interno del suo corpo.

Per un breve periodo era sembrato che Jeff potesse riuscire a combattere contro la malattia, ma, alla fine, il suo cuore ha ceduto.

Si tratta di una tragedia che si sarebbe potuta evitare e, per questo, Crissy sta facendo il possibile per riuscire a diffondere le informazioni su questa malattia per fare in modo che la morte di suo marito non sia stata completamente invano.

“Ho perso il padre dei miei figli perché è stato punto da una zecca e l’infezione che ha sviluppato non è perfettamente conosciuta. Se i medici avessero diagnosticato alcuni casi prima di mio marito, forse sarebbe ancora vivo. Ma non lo sapremo mai”, afferma la donna.

Crissy spera che con una maggiore consapevolezza, in futuro, la Babesiosi possa essere più facile da identificare e da trattare.

fundrazr.com

Imparare di più sulle malattie che vengono trasmesse dagli insetti potrebbe salvare diverse vite. Chissà cosa sarebbe successo se a Jeff fosse stata diagnosticata correttamente la malattia fin da subito.

Condividi questa storia perché più persone possibili possano riconoscere i sintomi di questa malattia. Seguici per altre curiosità sulla pagina Facebook Curiosando si impara.

Back to top button