Così è come si spostano gli organi della madre durante la gravidanza per fare spazio al bambino

Come ben sappiamo, la gravidanza ha un notevole impatto sulla mamma, sia a livelllo fisico che psicologico. Il Museum of Science and Industry di Chicago ha creato un video nel quale è possibile vedere come gli organi di una madre si spostano per fare spazio al bimbo.

Man mano l’utero aumenta di dimensioni, gli organi si spostano leggermente dalla loro normale posizione. Questo comporta anche un cambiamento posturale dello scheletro che si adatta alla gravidanza e si prepara per il parto.

La pelle si tende per adattarsi alle dimensioni del feto e questo è un segnale che ci avvisa che è molto importante mantenerla ben idratata per poter ridurre eventuali smagliature.

L’aumento di peso durante la gravidanza, in media, è di circa 12 chili, i quali oltre al peso del bimbo, comprendono la placenta, il liquido amniotico, l’ingrossamento dell’utero e la ritenzione di liquidi.

Oltre ai cambiamenti più evidenti come l’aumento di peso e la crescita della pancia, ce ne sono degli altri meno evidenti come caviglie gonfie, mal di schiena, ecc. Inoltre, si verificano delle modifiche anche a livello ormonale, respiratorio, digestivo, circolatorio, renale, osseo e nervoso.

Come si spostano gli organi

L’utero si espande e si fa spazio dentro al ventre della mamma. Gli organi che lo circondano si spostano verso l’alto e i cambiamenti cominciano fin dal principio della gravidanza.

Durante le prime settimane, la vescica comincia a essere compressa dall’utero che inizia a crescere, questo è il motivo per cui una donna incinta ha bisogno di urinare frequentemente.

A partire dalla 10° settimana l’intestino si sposta verso l’alto e si comprime man mano che l’utero aumenta di grandezza e anche lo stomaco si alza fino ad arrivare allo stesso livello dell’intestino. Per questo motivo la digestione risulta essere sempre più lenta e difficile. Verso la fine della gravidanza, l’appendice sale quasi fino al livello delle costole.

L’apparato digestivo si alza comprimendo anche i polmoni. Da qui la sensazione di “mancanza di respiro” che si verifica verso la fine della gravidanza.

Una volta che nasce il bambino, piano piano gli organi ritornano delle dimensioni e nella posizione naturale. Anche l’utero si ritrae in un processo di involuzione uterina che può causare fastidiosi disturbi post-partum e contrazioni che favoriscono l’utero per tornare alla sua dimensione originale.

La gravidanza è un processo perfetto e molto complesso durante il quale si verificano dei sorprendenti cambiamenti nel corpo.

Di seguito il meraviglioso video:

https://www.facebook.com/msichicago/videos/vl.2105317099752652/10153234499627882/?type=1

Non trovi che sia meraviglioso? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano vedere questo splendido video. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button