Con un’acconciatura ispirata alla Sirenetta ha fatto innamorare tutta la sua scuola. Ha vinto il “Giorno del capello folle”

È bastata una bambola con i capelli rossi in costume da bagno, del colore verde per capelli e una comune treccia. Il trionfo è stato più che meritato 👑

Attirare l’attenzione dei giudici nella propria scuola non è stato un compito difficile per Atlantis, la quale è stata l’indiscutibile vincitrice del “Giorno del capello folle“, un simpatico concorso che si svolge ogni anno nella sua scuola.

Come ha fatto? Sua madre ha pensato ad un personaggio perfetto da abbinare alla sua piccolina per poter rendere la sua acconciatura folle e divertente.

Non poteva esserci personaggio più azzeccato di Ariel, la famosa principessa Disney che porta anche lo stesso nome della sorella maggiore della vincitrice, la quale è stata fonte di ispirazione ed ha fatto in modo che i capelli della bimba fossero unici e speciali.

Non sempre si tratta di fare qualcosa di complicato, ma, piuttosto, di riuscire a combinare la semplicità e la creatività. In questo modo, con una bambola dai capelli rossi in costume da bagno, del colore verde per capelli e una comune treccia, sono stati sufficienti perché Atlantis potesse sfoggiare l’acconciatura più originale della propria scuola.

Questa acconciatura è diventata virale sulla piattaforma di Twitter nel momento in cui Ariel ha condiviso la propria felicità per il premio vinto dalla propria sorella. Così, la ragazza ha mostrato a tutto il social la bellissima acconciatura realizzata da sua madre. Il Twit è stato visto da così tante persone che le sono arrivati degli inviti da delle trasmissioni televisive per raccontare la sua divertente esperienza.

Hai mai realizzato un’acconciatura folle per i tuoi figli? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano vedere queste simpatiche foto. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Scegli il regalo perfetto:
Potrebbe interessarti:
Back to top button
<
>

Adblock rilevato

Per continuare devi disattivare l'adblock in questo sito web.