Dei cani addestrati rintracciano le tartarughe in pericolo di estinzione per salvarle

John Rucker è un’insegnante di scienze in pensione che ha circa 70 anni e che ha vissuto per diversi anni in una capanna, in una zona rurale del Montana, insieme alla propria compagna ed ai propri cani di razza Boykin Spaniel.

Un giorno, alcuni dei suoi cani hanno cominciato a portargli delle tartarughe, così John ha imparato ad addestrare i suoi Boykin ad essere dei ritrovatori professionisti di tartarughe.

Mi ci è voluto un po’ per capirlo, ma alla fine mi sono reso conto di avere un qualcosa di speciale. Questi cani sono dei ricercatori di tartarughe per natura“, ha affermato l’uomo.

Ora, insieme ai suoi Turtle Dogs, John viaggia per gli Stati Uniti trovando le tartarughe per i ricercatori. I cani, grazie al loro olfatto, riescono a rintracciare le tartarughe, poi le prendono delicatamente in bocca e le portano all’uomo, il quale le consegna ai ricercatori che in questo modo possono monitorare il numero di esemplari rimasti e controllare il loro stato di salute.

Una specie in particolare pericolo di estinzione è la tartaruga scatola occidentale o Terrapene ornata, si tratta di un piccolo rettile che ha delle particolari macchie gialle sul guscio. Per questo motivo, il lavoro dei cani di John è fondamentale per conoscere con esattezza il numero di esemplari rimasti.

Quando trovano una tartaruga si capisce subito perché cominciano a scodinzolare felici“, spiega l’ex insegnante.

Sfortunatamente, al giorno d’oggi, sono diverse le specie di tartarughe in pericolo di estinzione. La distruzione dei loro habitat e la disattenzione umana le ha portate sull’orlo dell’estinzione.

Alcune delle cause principali sono:

  • Degradazione del loro habitat
  • Presenza di predatori
  • Bracconaggio
  • Cambiamento climatico

Cosa ne pensi del grande lavoro dei meravigliosi cani di John? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano conoscere la loro storia. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button