L’ansia non è un’opzione, smetti di dirmi che devo rilassarmi

In molti credono che chi sviluppa l’ansia o la depressione si trovi in un determinato stato d’animo che può cambiare in un batter d’occhio. Queste persone non possono andare semplicemente a dormire e guarire dal loro disturbo. Per coloro che soffrono di ansia o di depressione la vita è difficile e dolorosa e non per scelta, non è un qualcosa che si può cambiare, si tratta di una malattia. Queste persone non possono semplicemente sorridere e prendersi un caffè come se nulla fosse.

È arrogante credere che queste persone stiano solo fingendo. L’ansia non si può spegnere. Non è un qualcosa che scegli ogni giorno di avere; ti colpisce e lo fa in modi che non potresti nemmeno immaginare. Chi ne soffre, alcuni giorni si sente libero da tutto questo, crede di essere guarito e sente di nuovo la speranza; però, presto, il timore lo trascina giù ancora una volta e l’ansia riappare negli angoli più oscuri della sua mente. Proprio quando inizi a sentirti di nuovo a tuo agio ritorni a cadere, ti scuote la vita.

Le persone con ansia non possono scegliere di essere felici, non hanno un pulsante di pausa o di spegnimento nel cervello. Quando diciamo a qualcuno che soffre d’ansia che ha solo bisogno di rilassarsi, minimizziamo la sua malattia. Come se non fosse reale, come se non lo danneggiasse; come se non fosse qualcosa per cui ci si dovrebbe preoccupare.

È come reagire in modo inadeguato di fronte ad altre circostanze come, per esempio, dire a qualcuno che si è rotto una gamba di non essere esagerato e di cominciare subito a camminare. Saresti capace di dire a qualcuno con una grave malattia di sorridere e di continuare con la propria vita come se nulla fosse? Diresti a qualcuno che soffre di dolori cronici di ignorarli e di rilassarsi? Probabilmente no, per questo bisogna smettere di vedere l’ansia come se non fosse nulla. Si tratta di una malattia che può rompere l’anima di una persona.

Smetti di dire a queste persone che devono solo provare a sorridere, perché non hanno nemmeno idea di come poterlo fare in modo onesto. Smetti di dire loro di mettere un po’ di musica per rallegrarsi o che devono scegliere di essere felici. Smetti anche di dire che non devono preoccuparsi, perché nessuna di queste frasi può farle sentire bene, poiché per le persone che soffrono d’ansia tutta la propria vita è una preoccupazione. Non le giudicare perché non hai idea di quello che stanno passando.

La verità è che non si può mai conoscere la reale sensazione che li avvolge, a meno che non si soffra la stessa cosa. Bisogna solo essere comprensivi e rispettosi, senza peggiorare la situazione con frasi vuote e senza senso. Se hai la fortuna di non aver mai sperimentato questa emozione oscura ed estenuante e di non avere mai vissuto episodi di panico e paura estremi, prima di giudicare coloro che vivono in questa situazione, ricorda che l’ansia è un disturbo mentale. Non è una fase, non è una tappa.

Se queste persone potessero realmente rilassarsi, lo farebbero. Però non è per niente semplice, anzi quando si sentono pervase dalle paure e dalle preoccupazioni potrebbe essere addirittura impossibile. Dire loro queste frasi non le farà sentire meglio, ma, al contrario, si sentiranno ancora più angosciate.

Cosa ne pensi di questa interessante riflessione? Lasciaci un commento e salva il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggerla. Seguici per altre curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Potrebbe interessarti:
Back to top button