Modena: realizzano un ventilatore polmonare che potrà moltiplicare i posti letto in terapia intensiva

In questo grande periodo di emergenza, il nostro popolo si sta rivelando pieno di coraggio, di forza e, soprattutto, d’ingegno. Infatti, oltre agli operatori sanitari, ai dipendenti dei negozi che vendono beni di prima necessità, ai trasportatori e alle forze dell’ordine, ci sono anche altri professionisti che stanno lavorando instancabilmente per riuscire ad agevolare il lavoro negli ospedali.

Nei giorni scorsi, a Brescia, stavano per finire delle valvole necessarie per il funzionamento degli strumenti di rianimazioni e grazie all’intuito e alla prontezza di alcuni esperti del settore, sono riusciti a riprodurle in brevissimo tempo con una stampante 3D. Ma le buone notizie non finiscono qui, perché, nelle ultime ore, Stefano Bonaccini, il Presidente della Regione Emilia-Romagna, ha annunciato sul proprio account di Facebook una strepitosa scoperta.

Di fatto, un’azienda di Mirandola, in provincia di Modena, è riuscita in sole 72 ore a mettere a punto un ventilatore polmonare al quale possono essere collegati più pazienti alla volta. Si tratta di uno strumento fondamentale che permetterà di aumentare i posti letto in terapia intensiva.

Il macchinario è già stato testato a Bologna, all’interno dell’Ospedale Sant’Orsola, e, a quanto pare, funziona perfettamente. Bonaccini ha affermato nel proprio post che, nei prossimi giorni, si provvederà ad ordinare un discreto numero di questi innovativi ventilatori e i primi verranno inviati nelle zone in cui la battaglia è più dura.

Di seguito il post:

Grazie all’ingegno e all’inventiva di tutti questi bravi professionisti.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Cosa ne pensi di questo nuovo macchinario? Lasciaci un commento e condividi il contenuto sul tuo diario così che anche i tuoi amici possano leggere queste interessanti notizie. Seguici per altre notizie, storie e curiosità sulla pagina Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

17K Condivisioni

Cosa ne pensi?


Potrebbe interessarti:
<
>