Due beluga non dovranno più esibirsi durante gli spettacoli e il loro sorriso dice tutto

Il reinserimento in natura degli animali vissuti per molto tempo in cattività non è di certo una decisione che viene presa alla leggera, si tratta di un duro lavoro che richiede molte responsabilità. Immaginiamo quindi quanto possa essere stato complicato riuscire a trasportare due balene beluga in un nuovo continente nel bel mezzo di una pandemia.

Tuttavia, nonostante le difficoltà, finalmente, dopo più di nove anni, Little Grey e Little White, due balene beluga, hanno potuto di nuovo riassaporare l’acqua di mare. Entrambe le balene vennero catturate quando erano ancora molto giovani al largo delle coste della Russia e, in seguito, le utilizzarono per circa un anno per delle esibizioni durante gli spettacoli dell’acquario Changfeng Ocean World di Shanghai, in Cina. Dopodiché, un’azienda contraria allo sfruttamento di balene e delfini aveva comprato l’intera struttura e da tempo stavano studiando per trovare il modo migliore per riportarle nel proprio habitat.

I due cetacei hanno dovuto affrontare un lungo viaggio, ma ora si trovano in Islanda, a Klettsvik Bay, in un’area destinata alla salvaguardia di questa specie di balene. Dopo il loro arrivo, entrambe sono state rilasciate in una piscina di cura che si trova a fianco della baia, dove vi rimarranno per un breve periodo di tempo, affinché possano acclimatarsi prima di essere liberate in mare aperto.

Audrey Padgett, direttrice generale del Beluga Whale Sanctuary, ha affermato che: “È stato un bel viaggio per loro due. Non è stato facile, ma è stato sicuramente un lavoro pieno d’amore“.

Secondo la donna, le due balene potranno riscontrare notevoli benefici vivendo nel proprio habitat naturale, inoltre, ha affermato che in tutto il mondo ci sono ancora più 300 beluga che vengono mantenuti in cattività.

La direttrice ha sottolineato le difficoltà che si possono riscontrare spostando due animali tanto grandi. Ognuna di loro pesa più di una tonnellata e un solo esemplare consuma all’incirca 50 chilogrammi di pesce al giorno. L’operazione ha richiesto l’utilizzo di particolari attrezzature progettate appositamente per loro, come le “barelle” fatte su misura, oltre a grandi quantità di acqua e ghiaccio per mantenerle idratate e la presenza costante di medici veterinari.

Nei prossimi giorni queste due bellissime balene verranno liberate e potranno finalmente godersi il mare.

Di seguito il video che mostra parte del viaggio:

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Non trovi anche tu che sia meraviglioso? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Curiosandosimpara.com è presente anche su Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato con le nostre notizie SEGUICI QUI

Potrebbe interessarti:

Non perderti:

Altri articoli

<
>