Una donna ha chiesto crocchette per cani invece dei fiori per il suo funerale

Sul nostro pianeta esistono persone che farebbero di tutto per aiutare gli animali in difficoltà e, per questo, anche quando se ne vanno continuano a dimostrare tutto il loro amore tramite gli altri. Questo è proprio quello che ha fatto Eva María García Dávila, una donna dal cuore buono e generoso che viveva nella città di Reynosa, in Messico, e che, purtroppo, ha lasciato questo mondo troppo presto.

All’inizio del mese di marzo sulla pagina Facebook “Mundo Animal Reynosa” è stato pubblicato un post per elogiare il meraviglioso gesto di generosità di Eva María, la quale, come ultimo desiderio, per il suo funerale ha chiesto di donare crocchette e cibo per cani al posto dei fiori.

Così, grazie ai suoi nipoti e ai suoi familiari che hanno voluto rispettare le sue ultime volontà, sono riusciti a raccogliere diversi chili di cibo per cani che hanno poi suddiviso tra i vari rifugi e canili della zona.

Nel post c’è scritto: “L’amore di una persona nei confronti degli animali può essere talmente grande al punto di pensare a loro fino all’ultimo dei suoi giorni e anche dopo. La signora Eva María, come ultima volontà,  ha chiesto di donare cibo per cani anziché fiori e grazie ai suoi nipoti il suo desiderio è stato esaudito. Questo cibo è benedetto e noi condivideremo questa benedizione con chi ne ha più bisogno. Verrà consegnato ai nostri colleghi che si prendono cura dei randagi tutti i giorni, per onorare e realizzare il desiderio della signora Eva María, un angelo per gli animali. Non abbiamo davvero parole per esprimere ciò che proviamo dopo un gesto così bello. Grazie signora Eva, grazie di cuore“.


In seguito, le donazioni di cibo raccolte sono state suddivise e consegnate ai volontari e grazie ad Eva María hanno potuto sfamare tanti cagnolini bisognosi.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi del suo generoso gesto? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Back to top button