Peaky Blinders: la vera storia della banda criminale che ha ispirato la serie

Il 10 giugno è uscita sulla piattaforma di Netflix la tanto attesa sesta e ultima stagione della famosa serie TV “Peaky Blinders“, dopo il successo ottenuto con i precedenti episodi, i fan sperano che anche questa stagione possa essere all’altezza delle loro aspettative.

Steven Knight, il creatore della serie, ha affermato più volte che il suo progetto è per lo più finzione, tuttavia, ci sono diversi elementi basati su fatti realmente accaduti.

I Peaky Blinders furono i membri di una banda criminale originaria di Birmingham, in Inghilterra, che disseminarono il terrore nelle strade della loro città ed in quelle delle località circostanti per circa 30 anni, dal 1890 al 1920. I componenti erano per la maggior parte giovani che appartenavano alla classe medio-bassa, i quali, per sbarcare il lunario, ricorrevano alla criminalità di ogni tipo. Si distinguevano per il loro pecualiare abbigliamento fatto su misura e composto da pantaloni a zampa d’elefante, giacche con bottoni di ottone, cravatte, sciarpe di seta, berretti piatti a punta con visiera e scarpe con punte d’acciaio.

Four members of the Peaky Blinders. (Oct. 1904) from OldSchoolCool

Erano noti per i loro modi violenti e, oltre alle pistole, utilizzavano qualsiasi tipo di oggetto che potesse diventare un’arma. Alcuni affermano che il loro nome derivi dalle lamette da barba che portavano sulle visiere dei loro berretti, con le quali ferivano i loro avversari, tuttavia, altri dicono che all’epoca le lamette avevano un costo troppo elevato per essere usate in questa maniera. Un’altra ipotesi sull’origine del nome Peaky Blinders sostiene che “Peaky” fosse il soprannome dei loro particolari cappelli, mentre un’altra ancora sostiene che la traduzione letterale sia “La banda con i cappelli dalle visiere appuntite“.

Wikipedia

Prima di raggiungere l’apice, i membri della banda rubavano biciclette, facevano furti nelle case, o aggredivano senzatetto e ubriachi per spogliarli dei loro averi. Poi iniziarono a svolgere altri tipi di attività criminali come il controllo del gioco d’azzardo, rapine, estorsioni, frodi, contrabbando e furti.

Wikipedia

Mantennero il controllo del territorio di Birmingham e delle località circostanti per ben 20 anni, fino a quando, nel 1910, una banda chiamata “Birmingham Boys” iniziò ad avere molta più influenza di loro e, a quel punto, iniziarono a perdere il potere piano piano; riuscirono a durare ancora per una decina di anni, ma, nel 1920, tutti i membri si trasferirono in altre zone.

Wikipedia/West Midlands Police

Come si può osservare da diversi dettagli presenti nella serie TV si può capire che, per la maggior parte, si tratta di finzione; per esempio, la famiglia Shelby non è mai esistita nella realtà; tuttavia, da altri elementi si può evincere che Steven Knight si è effettivamente ispirato alla storia vera, focalizzandosi soprattutto sui membri reali più conosciuti come David Taylor, Harry “Baby Face” Fowles, Ernest Haynes, Stephen McNickle e Tomas Gilbert.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Peaky Blinders (@peakyblindersofficial)

Attualmente, il termine Peaky Blinders viene utilizzato per indicare una qualsiasi banda di strada presente nella città di Birmingham.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Conoscevi la storia di questa banda esistita nel XX secolo? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Back to top button