Il calciatore che ha donato il fegato alla propria madre tornerà presto a giocare: “Lei mi ha dato la vita e io gliel’ho allungata”

Proprio come le madri che farebbero di tutto per i propri figli, esistono anche dei figli che mettono in gioco tutta la loro vita per poter dare una seconda possibilità ai loro genitori, soprattutto quando si tratta di problemi di salute come nel caso di Robert Perić-Komšić, un calciatore di 23 anni che ha letteralmente “mollato tutto” per salvare la propria madre.

Da circa 13 anni Ljiljana, la madre di Robert, soffre di gravi problemi di salute e con il passare del tempo, dopo aver rigettato tre trapianti di fegato, le sue condizioni si sono aggravate ulteriormente e lo scorso marzo se non si fosse fatto qualcosa al più presto la donna non sarebbe riuscita a sopravvivere ancora a lungo.

Facebook/Robert Perić-Komšić

Dopo alcuni accertamenti i medici hanno scoperto che tra i familiari della donna solamente Robert era compatibile per un nuovo trapianto e il ragazzo, senza pensarci due volte, ha subito accettato di sottoporsi all’intervento durante il quale ha donato il 70% del proprio fegato a sua madre.

Di fatto, il giovane che ha un contratto come attaccante nel Cibalia, una società calcistica che attualmente gioca nella seconda divisione in Croazia, non ha esitato ad aiutare la propria mamma nonostante fosse consapevole del rischio di non poter più ritornare su un campo da calcio.

Facebook/Un Truc De Foot

Per Robert non è stato un problema mettere in pausa la sua carriera sportiva, poiché per lui sua madre è molto più importante di qualsiasi altra cosa ed ha affermato che:”La sua vita era in pericolo, il suo stomaco si stava riempiendo d’acqua ed era questione di giorni. Nel momento in cui ho saputo che tutte le altre opzioni erano esaurite, ho fatto le valigie e sono volato a Istanbul. La mia missione era chiara, curare mia madre. Tutto il resto era meno importante o del tutto irrilevante“.

Per fortunta, l’intervento è stato un successo e ora, dopo quattro mesi, la signora Ljiljana è in via di guarigione e Robert è quasi pronto per ritornare in campo. Durante una recente intervista ha detto: “Tutti i miei progressi sono nella norma, il fegato si è quasi completamente rigenerato due mesi dopo l’intervento chirurgico. Penso che giocherò una partita molto presto“.

Facebook/HNK Cibalia Vinkovci

Infine ha affermato che: “Non c’è nessun eroismo in questa storia, ho fatto quello che avrebbe fatto chiunque sia cresciuto in una famiglia funzionale. Mia madre mi ha dato la vita e io l’ho estesa a lei, finalmente ha ottenuto una nuova opportunità dopo 13 anni di dura lotta“.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi del generoso gesto di questo giovane calciatore? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Back to top button