Questo bambino è andato da solo ad iscriversi all’anagrafe per poter finalmente andare a scuola ed avere un futuro migliore

Affinché un bambino appena nato possa avere i propri diritti, è necessario che i suoi genitori denuncino la sua nascita e lo iscrivano ai registri dell’anagrafe, in questo modo, il nuovo piccolo cittadino avrà una propria identità ed un proprio stato giuridico.

Questo non avviene solo in Italia, ma nella maggior parte dei paesi del mondo, tuttavia, ci sono alcune persone che per ignoranza, o per problemi di altra natura, non registrano i propri figli negli archivi dello stato in cui vivono e questa negligenza porta a loro e soprattutto ai loro figli un sacco di problemi.

Proprio come è accaduto al piccolo Salomón, un bambino originario di Veracruz, in Messico, che nel 2020, quando aveva solamente 11 anni, pensò che avrebbe dovuto iniziare a fare qualcosa per migliorare la propria vita ed il proprio futuro e, per questo, decise di iscriversi a scuola.

Al tempo, anziché frequentare la scuola, il bambino lavorava insieme ad una sua vicina di casa, la quale fece di tutto per spingerlo a studiare. Tuttavia, il percorso per poter avere accesso all’istruzione come tutti i suoi coetanei sembrava essere più complicato di quanto potesse immaginare, poiché scoprì di non essere mai stato iscritto nei registri dell’anagrafe.

Durante un’intervista il bambino ha raccontato che poco dopo la sua nascita morì l’ostetrica che lo fece nascere e suo padre si dimenticò completamente di doverlo registrare. Così, a causa di questa combinazione di eventi, il bambino non aveva mai potuto iscriversi a scuola e non aveva mai avuto né un documento né un nome ufficiale.

Facebook/ADN40Mx

Nonostante tutti questi contrattempi, la voglia di imparare e di migliorarsi portarono l’undicenne a non arrendersi e, un giorno, si recò solo soletto presso gli uffici del comune del proprio paese per poter finalmente ottenere il suo certificato di nascita.

Martín García Páez, un ufficiale dell’anagrafe di Boca del Río, il comune in cui risiede Salomón, dopo essere venuto a conoscenza di questo strano caso, fece il possibile per aiutare il bambino. Essendo minorenne, i genitori dovevano essere presenti per registrare l’atto di nascita e, per farlo, sarebbero dovuti andare in un comune nel sud dello stato di Veracruz, dove nacque il bambino.

Facebook/ADN40Mx

L’uomo specificò che, purtroppo, la famiglia del piccolo disponeva di scarse risorse e conomiche e che i suoi genitori erano separati, per questo decisero di aiutarli pagando i mezzi di trasporto che li avrebbero portati nella sede indicata, in modo che potessero assistere alla registrazione del loro figlio.

Per fortuna, tutto andò per il meglio e il piccolo Salomón, che decise autonomamente di tenere il nome con cui era sempre stato chiamato, dopo mese di attesa riuscì finalmente ad iscriversi a scuola.

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Cosa ne pensi della forza di volontà di questo bambino? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Back to top button