21 persone hanno raccontato degli shock culturali che le hanno fatte sentire come se fossero di un altro pianeta

Viaggiare in un altro paese è sempre un’esperienza unica e ricca di scoperte. Non si tratta solo di ammirare nuovi paesaggi e di imparare una nuova lingua, ma anche di immergersi in culture e modi di vivere completamente diversi dai nostri e, sotto certi aspetti, questo fattore potrebbe risultare emozionante, ma anche un po’ disorientante.

Per gli abitanti del posto, le abitudini e le tradizioni quotidiane sono del tutto normali e scontate, ma per uno straniero possono sembrare strane e imprevedibili. Tuttavia, imparare a capire e rispettare le tradizioni e le usanze locali è una parte importante dell’esperienza di viaggio e può aiutarci a creare una connessione più profonda con la cultura del posto. Inoltre, può essere anche un’occasione per mettere in discussione i propri pregiudizi e le proprie abitudini, ampliando la propria visione del mondo.

Di seguito 21 persone che hanno raccontato degli shock culturali che le hanno fatte sentire come se fossero di un altro pianeta:

1#

Sembra banale, ma quando io, canadese, andai in Costa Rica, rimasi sorpresa quando mi resi conto che erano le auto ad avere la precedenza e non i pedoni. Ho rischiato di essere investita più di una volta. Ci penso ogni volta che vedo un’auto che non cede il passo a un pedone“. Reddit/McLulu157

2#

Nessuno parla sui treni in Giappone. Per me è normale avere una conversazione in metropolitana con qualche sconosciuto, ma nel vedere come tutti erano così silenziosi mi faceva sentire come se stessi interrompendo la pace“. Reddit/hmansloth

3#

Per alcuni mesi andai a vivere con una famiglia in Argentina. Cenavamo molto tardi, ma, verso le 16:00, facevamo un pasto aggiuntivo chiamato merenda, con dei panini o con dei dolci. Il cibo era sempre abbondante ed eccellente e, spesso, a pranzo e a cena c’erano due portate principali come, ad esempio, sia carne che pesce. Le empanadas fatte in casa erano memorabilmente buone“. Reddit/aRoseBy

4#

Quando avevo 15 anni trascorsi un mese in Thailandia e già durante le prime ore provai uno shock culturale enorme. Il viaggio aveva richiesto un tempo assurdamente lungo e, in poche parole, all’arrivo ero sveglio da circa 38 ore. Non avevo un briciolo di forza mentale e non sapevo nemmeno di cosa avrei avuto bisogno. Prima incontrammo la famiglia che ci avrebbe accompagnati durante la nostra permanenza, erano brave persone, poi tornammo nella nostra casa a fare un riposino (erano le 7 del mattino), con la promessa di cenare insieme. Salii sul sedile posteriore dell’auto e notai che non c’erano le cinture di sicurezza. Ok, era diverso, però non mi sembrava molto sicuro. Uscimmo dall’autostrada e rimasi sorpreso da quanto le strade fossero trafficate e piene di gente. La città di Bangkok era molto diversa da come ero abituato, ma era prevedibile, visto che si trovava dall’altra parte del mondo. Però, quasi giunti a casa, ci fermammo a un semaforo e a circa tre metri dal mio finestrino vidi un elefante. Quell’elefante mi spaventò. Così mi sembrò davvero troppo. Nei posti in cui ero stato prima, non c’erano elefanti fuori dai finestrini delle auto. Chiusi gli occhi e mi rannicchiai come una palla finché non arrivammo a casa. Bel Paese. Persone meravigliose“. Reddit

5#

Vengo dalle Filippine, ho vissuto per almeno un anno negli Stati Uniti e sono rimasto davvero sorpreso dal fatto che lì le persone salutano e aiutano gli estranei. Qui nelle Filippine se qualcuno che non conosci ti saluta e ti parla di punto in bianco è davvero molto strano. Un’altra cosa che ho trovato strana è l’uso della forchetta per mangiare il riso. Perché usano una forchetta quando potrebbero usare il cucchiaio? Per non parlare dei mezzi pubblici, sono molto organizzati. Sono ancora sbalordito dagli autobus che arrivano sempre in orario“. Reddit/andieee919

6#

Sono olandese e quando andai per la prima volta in Canada, tutto mi sembrava enorme. Grandi macchine su grandi autostrade, grandi strade, grandi ristoranti e grandi centri commerciali. Ricordo che guidai per quelle che mi sembrarono ore attraverso la periferia e continuavo a pensare ‘sicuramente dopo la prossima curva saremo fuori dalla città’, ma la città sembrava non finire mai, era quasi terrificante. Nei Paesi Bassi guidare dall’est all’estremo ovest del paese richiede 2 massimo 3 ore, in Canada dovetti guidare per due ore e mezza per quella che sembrava una distanza infinitamente piccola sulla mappa“. Reddit/yehboyjj

7#

Sono statunitense e quando andai a visitare il Giappone vidi molti bambini che viaggiavano da soli e tante persone che lasciavano i loro oggetti incustoditi, come, per esempio, sul tavolo del ristorante quando andavano in bagno o altro, senza preoccuparsi che qualcuno li potesse rubare. Fu davvero sorprendente e mi diede anche un senso di sicurezza che non avevo mai provato da nessun’altra parte“. Reddit/littlebosleeps

8#

Sono un canadese che lavora in Nuova Zelanda, potrebbe sembrare un dettaglio di poco conto, ma per me all’inizio fu molto strano: appena sceso dall’aereo ad Auckland, c’erano degli uccelli che volavano all’interno dell’aeroporto. In Canada se entra un uccello nell’aeroporto se ne accorgono tutti, qualcuno si spaventa e altri chiamano la protezione animali. In Nuova Zelanda a nessuno importava di vedere tutti quegli uccellini volteggiare all’interno dell’aeroporto. Ricordo che, assolutamente stupito, cercai un posto per sedermi ad osservare gli uccelli. Questa fu solo la mia prima osservazione, poi tutto diventò ancora più strano col passare del tempo“. Reddit

9#

Sono sudafricana, Xhosa per essere più precisi. Nella mia cultura, una donna non esce di casa per circa un mese dopo aver avuto un bambino, per evitare cose come infezioni, spiriti maligni, ecc. Inoltre, durante il primo mese, non fa i lavori domestici e deve concentrarsi solo sul bambino, per questo, di solito, i familiari vanno a vivere con lei per aiutarla. Rimasi scioccata quando la zia della mia amica inglese pulì la casa e uscì a fare la spesa una settimana dopo aver partorito, portò persino il bambino con sé. Inoltre, diede il permesso a uno sconosciuto di toccare il bambino, cosa assolutamente non consentita nella mia cultura. Gli estranei possono vedere per la prima volta il bambino solo dopo 3 mesi dalla nascita“. Reddit/lola_92

10#

Da quando sono nato ho sempre vissuto a Tokyo, in Giappone, ma per un periodo ho soggiornato negli Stati Uniti per frequentare un college in Indiana. Il primo giorno che andai alla stazione di servizio per fare la spesa, avevo con me un sacco di banconote da 100 dollari, perché non avevo ancora una carta. Il cassiere mi disse letteralmente: ‘Non dovresti portare così tanti soldi, se ti vedessi con tutti quel denaro per strada ti deruberei’. Io dissi semplicemente: ‘Va bene, grazie per avermelo detto’. Questo successe alcuni anni fa e, al tempo, in Giappone la gente usava prevalentemente i contanti per fare degli acquisti. Ora, anche qui le persone usano sempre di più le carte e meno contanti, ma diamine, non pensavo che portare banconote di grosso taglio fosse così rischioso“. Reddit/305_ps

11#

Sono irlandese e sono stata ‘ragazza alla pari’ per una famiglia spagnola che viveva in Francia (entrambe le culture praticano la ‘siesta pomeridiana’, che consiste nel fare un pisolino dopo pranzo). Il mio primo giorno a casa loro, dopo aver pranzato, sono stata condotta nella mia camera da letto dove hanno chiuso le persiane, spento le luci e mi hanno augurato una buona siesta. Non avevo idea di cosa stesse succedendo. Era piena estate, per questo, passare dal sole accecante del giorno alla completa oscurità era abbastanza strano, inoltre, prima di allora non avevo mai sentito parlare della siesta. Rimasi lì al buio, completamente sveglia per circa 90 minuti, finché la ‘mamma’ della famiglia non venne a ‘svegliarmi’. Ora che sono a conoscenza di questa pratica culturale, in realtà penso che sia fantastica e dovrebbe essere adottata ovunque. Ma sicuramente quella volta mi ha colto davvero di sorpresa“. Reddit/helenmaryskata

12#

Vivo negli Stati Uniti e quando andai a trovare un amico in Sud Africa, quello che mi lasciò davvero perplesso fu quando suo padre disse: ‘Mi piacerebbe mangiare un dolce’. In quel preciso istante, la fidanzata del fratello del mio amico si alzò, andò in cucina e cominciò a preparare un’intera torta“. Reddit

13#

Quanto cenano tardi gli spagnoli? Li rispetto pienamente, ma io avevo sempre fame alle 18:00 e rimasi sorpreso dal fatto che a quell’ora non ci fosse nemmeno un ristorante aperto“. Reddit/Trippinupthestairs

14#

Sono cresciuto in un paese del sud-est asiatico e quando mi sono trasferito in un paese occidentale ho realizzato la netta differenza nell’educazione dei figli, nelle abitudini ed ho capito che si tratta di una cultura individualistica invece che basata sulla comunità. Sembra che si prendano cura di se stessi prima che di chiunque altro, e i genitori o i nonni occidentali di solito devono badare a se stessi in vecchiaia; mentre nella mia cultura asiatica ci si aspetta che ci prendiamo cura dei nostri genitori perché è generazionale. Potrei non essermi spiegato bene, ma ammiro comunque alcuni dei valori instillati negli occidentali“. Reddit/wantmiracles

15#

In Giappone ci sono distributori automatici praticamente per tutto, si possono persino trovare distributori automatici di zuppe e udon pronti per essere mangiati“. Reddit/EmergencyFoodPiemon

16#

Mio padre era un diplomatico statunitense, per questo ci trasferivamo in un nuovo paese ogni tre anni circa. Sono nato in Portogallo e non avevo mai vissuto negli Stati Uniti. Però, quando mio padre decise di andare in pensione, ci trasferimmo negli Stati Uniti, nel Maryland. Ritrovarmi negli Stati Uniti ebbe un grande impatto su di me. Tutto sembrava strano, dalla ‘sicurezza’ che sentivo mentre mi trovavo per strada, a come si comportavano le persone, o come gli scuolabus gialli fossero esattamente tutti uguali. Tra queste e altre cose per me fu uno shock. Per tutta la vita mi ero sentito come un americano che viveva all’estero, associato all’ambasciata americana, che frequentava i circoli degli ufficiali. Ma quando mi trasferii negli Stati Uniti, non mi sentii affatto americano“. Reddit/Scrappy_Kitty

17#

In Russia preferiamo qualsiasi bevanda calda all’acqua fredda. Chiunque rifiuterebbe l’acqua ghiacciata e direbbe: ‘Non posso bere acqua fredda, mi farebbe star male’. In Europa ho dovuto abituarmi dolorosamente a bere acqua a temperatura ambiente e quando c’è del ghiaccio preferisco non bere“. Reddit/_Decoy_Snail_

18#

Entrai in un negozio di alimentari nel Regno Unito e c’era una corsia interamente dedicata ai fagioli stufati. C’erano solo fagioli stufati in lattina. Non era una sezione della corsia dei cibi in scatola, ma un’intera corsia di fagioli“. Reddit/lady_fapping_

19#

Sembra che gli europei siano una specie che semplicemente non ha bisogno di bere tanta acqua e la sostituisce con tè, caffè o altro. Questo è particolarmente evidente nei ristoranti, non ero mai stato in un ristorante dove non ti riempissero il bicchiere d’acqua ‘automaticamente’. Anche quando facevo il cameriere in un ristorante americano, a volte gli europei sembravano scocciati dal fatto andassi a riempire i loro bicchieri“. Reddit/itsfairadvantage

20#

Per me fu una sorpresa quando a Tokyo vidi le persone che non mettevano i lucchetti alle loro biciclette. Quando vici la prima bici senza catena, mi sentii male per il proprietario a cui sarebbe stata rubata. Ma poi vidi che tutte le biciclette erano così“. Reddit

21#

Quando ero in Germania, chiedevo alle persone nelle vicinanze se potessero controllare le mie cose mentre andavo a nuotare e loro mi chiedevano: ‘Perché dovremmo controllarle? Potrebbero esplodere o qualcosa del genere?’. Nel mio paese c’è una costante sensazione di ansia e insicurezza, perché puoi essere derubato in qualsiasi momento“. Reddit/saturn_sylph

Scorri verso il basso per altri interessanti articoli.

Sai che ora abbiamo aperto un nuovo canale Telegram? Richiedi l’accesso per non perderti i nostri contenuti. CLICCA QUI

Qual è la cosa che ti ha colpito di più quando sei andato a visitare un paese straniero? Condividi il contenuto e seguici per altre notizie, storie e curiosità su Curiosando si impara.

Non è possibile copiare l'articolo, è protetto da copyright

error: Content is protected !!